Asolano

E’ in partenza in questi giorni un’ importante campagna di contrasto all’abusivismo organizzata e promossa da Confartigianato, Ascom-Confcommercio, Cna, Coldiretti, nei 25 comuni del comprensorio dell’asolano e del montebellunese.

Un milione di euro per la demolizione: questa la cifra che dovrebbe essere disponibile per l’attesa riqualificazione dell’area. E sembra essere per ora l’unico progetto, dopo tante discussioni per il Centenario della Grande Guerra.

Tante domande, tante interrogativi e tanta preoccupazione ha suscitato l’annuncio che la cooperativa Domus Caritatis ha raggiunto un accordo con le suore dell’Istituto Maria Bambina per la messa a disposizione, dietro pagamento di una locazione, del loro ex convento a Oné di Fonte per l’accoglienza di 225 migranti.

Il mancato accordo sui servizi condivisi tra i sette Comuni del Grappa costa caro ai cittadini. Infatti il prezzo pagato per i servizi in alcuni settori appare decisamente fuori standard. La fiducia del nuovo presidente dell’Unione montana Paolo Mares.

La nuova sala polivalente del Centro di formazione professionale verrà inaugurata il prossimo 30 gennaio alle 20.30 con una serata poetica.

Il 2016 sarà l’anno della candidatura dell’Asolano, della Pedemontana del Grappa e del Montello a Riserva di biosfera. Lo assicura l’Ipa Diapason, in cui Comuni e Associazioni hanno deciso di lavorare per questo comune obiettivo e di avanzare la proposta all’Unesco.

L’Ipa Pedemontana del Grappa e Asolano punta alla riduzione del 40% su emissioni di Co2 e consumi energetici entro il 2020. Il progetto illuminazione pubblica è la prima azione del Paes d’area sottoscritto dai Comuni: risparmio potenziale di quasi 300mila euro l’anno.

Allestita nell'oratorio fino all'11 ottobre con foto di collezioni private. Una mostra essenziale, tre stanze, una sala audiovisivi, ma ricca di suggestioni e di riflessioni attorno a un’evento che cento anni fa ha sconvolto la zona.

E’ Giovanni Da Rios, un discendente del pittore, il mecenate del restauro della Pala d’altare dell’Apparizione di Maria Vergine fra i santi Antonio da Padova, Valentino, Lucia, Giuseppe e Antonio Abate che sabato 26 settembre 2015 alle ore 10,30 ritornerà alla comunità.

La sede era inagibile e difficilmente potrà essere ristrutturata per il terreno franoso su cui sorge. Ma il sindaco è fiducioso: “L’alberghiero deve ritornare a Possagno nel giro di un paio d’anni".

Un’esperienza estiva per giovani di sedici anni, caratterizzata dall’allegria e dall’intraprendenza tipica di questa età, non poteva che utilizzare come titolo una frase che richiamasse l’amichevole scambio del cinque, simbolo di un patto d’amicizia e certamente di una sana euforia!

Primo storico appuntamento ad Asolo con un matinée musicale. L'Assessorato alla cultura domenica 16 agosto ha proposto un breve concerto di Mozart al mattino, nella Sala consigliare.

L’idea dell’incremento volumetrico di una nota azienda della moda è subito stata archiviata e messa nel cassetto, spiega la presidente dell’Ascom asolana Ersilia Ferrazza, che confida nel proseguimento del dialogo con la Pubblica amministrazione.

Tra i 9 formaggi morlacco di malga, presidio slow food, esaminati dalla giuria di assaggiatori Onaf questo il podio 2015: 1° posto a Mal Col Serai (800 metri di altitudine in zona Borso). Per la categoria bastardo del Grappa in concorso 12 formaggi: il 1° posto è andato a Malga Mure (1.196 metri di altitudine, in comune di Paderno).

Celebrata il 17 luglio nella chiesa di Casoni la messa per i cento anni della scuola "Angeli Custodi" di Casoni. Presenti il vicario generale di Treviso Cevolotto e l'osservatore permanente vaticano Tomasi. Inaugurata la mostra storica.

Lo scorso anno si registrarono settemila presenze, quest’anno si spera di fare meglio per la terza edizione della manifestazione medievale “Nella terra di Cunizza”, in programma ad Asolo i prossimi 11 e 12 luglio.

Alla scuola di Paderno del Grappa, gestita dai Fratelli della scuole cristiane, arrivano quattro centine. Tutte nella stessa classe, la quinta del Liceo Europeo a indirizzo giuridico economico.

La consultazione popolare sul nuovo plesso a San Zenone degli Ezzelini non ha raggiunto il quorum e quindi di fatto viene confermato il progetto dell’Amministrazione comunale di accorpare tutte le scuole nel capoluogo e chiudere la scuola elementare di Ca’ Rainati.