Asolano

Festa dello scoutismo a Mussolente. Il gruppo Agesci, fondato nel 1975, compie 40 anni: martedì 2 giugno, una santa messa ha suggellato le celebrazioni iniziate il 1° giugno con il raduno “Folkinroccolo”.

Il 31 maggio sarà celebrata dal Vescovo la messa di riapertura della chiesa di Cavaso, chiusa dal 2012 per un ingente restauro, costato di 1 milione di euro. Ma è stata grande la generosità dei parrocchiani.

Scelto fra gli oltre 100 elaborati il vincitore del concorso rivolto alle scuole. Ora l’Ipa lancia un contest aperto a tutti per individuare il nuovo nome dell’area Pedemontana del Grappa e Asolano, sostenendo la promozione turistica e il senso di appartenenza dei cittadini.

Dopo aver percorso tutta l’area vincentina il cantiere ormai è in fase avanzata a Mussolente, ma da poco più di una settimana è entrato anche nella provincia di Treviso con le operazioni di bonifica che servono a individuare eventuali residuati bellici della Seconda guerra mondiale.

Nel prossimo Consiglio comunale si andrà all’approvazione del piano antenne. Il provvedimento si è reso necessario a causa dell’infelice collocazione dei ripetitori gsm e umts a San Zenone, tutti insistenti nel centro a poca distanza dalle abitazioni

Un’anomalia che non si riesce a correggere e per la quale Asolo, assieme a 298 comuni italiani nella stessa situazione, vuole risolvere attraverso una “class action” e ristabilire l’uguaglianza tra le municipalità.

Al via due progetti di riqualificazione dei centri storici, porte d’accesso al Massiccio del Grappa. I progetti sono stati selezionati per la loro valenza sovra-comunale dal Tavolo di Concertazione dell’Ipa Pedemontana del Grappa.

Il Coro Sine Nomine di  Treviso terrà domenica 11 gennaio alle ore 16.00 in Cattedrale ad  Asolo, un concerto a chiusura del cartellone delle manifestazioni natalizie asolane

Con un’inversione totale rispetto alla linea seguita da tutte le Amministrazioni comunali, compreso il suo precedente mandato, il sindaco Mazzaro ha dichiarato che San Zenone avrà un unico plesso scolastico e che questo sarà l’attuale edificio del capoluogo, dove si trovano già una parte delle scuole elementari e tutte le scuole medie.

Questa tassa è stata anche un importante banco di prova delle relazioni tra cittadini e amministrazione comunale. E non mancano le novità, come emerge da questa inchiesta condotta nei Comuni dell'Asolano.

Mentre gli altri istituti registrano meno iscritti al primo anno, è boom di richieste per il centro professionale. Non sarà possibile accontentare tutti anche perché mancano i soldi della Regione...

La parrocchia non poteva più sostenerne l’onere senza ritoccare in maniera consistente le rette. Nel passato non era mancata la collaborazione delle Amministrazioni comunali, stavolta la decisione è stata diversa, altre le scelte. Sono andati perduti tre posti di lavoro.

Cresce la preoccupazione a San Zenone degli Ezzelini per le antenne di radiobase posizionate nel campo sportivo. Il loro numero resta consistente e per di più si teme il potenziamento con l’introduzione del nuovo sistema umts di quarta generazione.

L’Intesa Programmatica d’Area propone un concorso di idee destinato agli studenti, per sostenere la promozione turistica e il senso di appartenenza territoriale.  Il bando si apre il 1 settembre, ai tre vincitori contributi per l’acquisto di attrezzature scolastiche.

Dopo il successo inatteso della prima edizione del 2013, l’edizione di quest’anno è stata la conferma di un progetto che sta richiamando gruppi storici e visitatori non solo da Veneto, ma anche da molte altre regioni del Nord Itali.

Comunicato dell'Ulss 8. È stata diagnosticata malattia tubercolare anche nelle due figlie di 6 e 3 anni, attualmente ricoverate in Malattie Infettive al Ca’ Foncello.

Ai primi di giugno i tecnici sono arrivati per la bonifica bellica, ovvero la verifica sul terreno di eventuali ordigni inesplosi, distruggendo brutalmente vitigni, coltivazioni e raccolti. Da parte di alcuni dei settanta proprietari coinvolti negli espropri è scattata la reazione per i danni improvvisi: bastava avvisare prima e avrebbero proceduto con il raccolto e la messa a disposizione dei terreni.

Per l'anniversario della Grande Guerra fervono le iniziative. All’appello per ora manca il Monte Grappa, per il quale si attende l'avvio di importanti lavori. Incertezza anche sul futuro dell'ex caserma della Nato.

Accordo per la gestione unitaria fra le Intese Programmatiche d’Area e le Comunità Montane che operano sul Massiccio e sui territori collegati. Lo sguardo è rivolto ad una strategia di sviluppo armonica e coordinata, ma da subito la sfida riguarda le celebrazioni per la Grande Guerra e i fondi europei 2014-2020.