Asolano
stampa

Inaugurato a Paderno del Grappa il Monumento all'Emigrante

Una iniziativa che si inserisce all’interno di uno scambio di amicizia con la città di San Fernando del Valle di Catamarca (Argentina). Il Monumento è stato collocato nell’area verde denominata del Campestrin.

Parole chiave: paderno del grappa (8), emigranti (19), trevisani nel mondo (14)
Inaugurato a Paderno del Grappa il Monumento all'Emigrante

Domenica 29 maggio, a Paderno del Grappa, è stato inaugurato il Monumento all’Emigrante, opera eseguita da Giovanni Cesellato e Mario Tavernaro. Rappresenta una figura che si erge fiera in una “collinetta”, guardando il Grappa, alle spalle una lunga scia con i cinque continenti che sta a significare le strade percorse. Intorno comode postazioni per rilassarsi e riflettere.  Una iniziativa che si inserisce all’interno di uno scambio di amicizia con la città di San Fernando del Valle di Catamarca (Argentina) con 200.000 abitanti. Il Monumento è stato collocato nell’area verde denominata del Campestrin, adiacente al preesistente Monumento ai Caduti. “Si sono riannodati i rapporti - ci dice il sindaco Giovanni Bretoni  - grazie anche all’instancabile opera di sensibilizzazione del compianto Francesco Filippin  (al quale è stata dedicata una targa in Municipio) e per la importante occasione è qui presente una delegazione argentina, con 18 persone al seguito del governatore della provincia di Catamarca Luca Corpacci, oltre al senatore Dalmazio Mera”. La storia migratoria dei nostri paesi è ancora ben presente. Da Paderno del Grappa in molti partirono per San Fernando, nel cuore della Catamarca, in Argentina. Dove trovarono rocce da frantumare e foreste da bonificare, piantando nuove radici e dando fiato a nuove speranze.

Inaugurato a Paderno del Grappa il Monumento all'Emigrante
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento