Castellana

Un testo in cui sono raccolte e illustrate nei loro significati le parole che s’incontrano studiando il “Catechismo della Chiesa cattolica”. Questo è il Dizionarietto Cattolico curato da Elda Stocco.

Arriva da lontano, la Luce della Pace, e ferma a Padova. Qui gli scout resanesi, sabato 16 dicembre la andranno a prendere per poi diffonderla a tutta la comunità.

Apre in questi giorni al Palazzetto una stanza allestita per accogliere durante la notte persone senza fissa dimora. La disponibilità è rinnovata dalle parrocchie della collaborazione che, attraverso la Caritas cittadina, si sono organizzate per assicurare la gestione del servizio e la presenza costante.

Con un saluto ai ragazzi e ai loro sogni da parte del ministro all'istruzione Valeria Fedeli, si è aperto il nuovo anno accademico del conservatorio Steffani, presso il teatro Accademico di Castelfranco la sera di venerdì 24 novembre.

Si va dal marciapiede dissestato alle buche nei ciottolati delle strade del centro, dai tempi del semaforo per il passaggio pedonale alle sbarre che ostacolano alle carrozzine l’ingresso in cimitero. Sono 50 le segnalazioni di questo tipo che la Consulta della terza età ha raccolto in un recente dossier.

Da qualche anno lo psicologo e psicoterapeuta castellano Aristide De Marchi, si occupa come volontario dei feitiçeros, ovvero feticci, bambini rifiutati ed allontanati dalle loro famiglie perché accusati di stregoneria. Meta della sua ultima missione, il centro di accoglienza “Zulianello”, nell’estremo Nord dell’Angola.

“Un tassello importante arriva ad arricchire l’Oic che si evolve da centro servizi ad infrastruttura di coesione sociale capace di raccogliere i bisogni del territorio mettendosi a disposizione di tutta la comunità – ha spiegato sabato scorso prima del taglio del nastro Andrea Cavagnis, presidente della Fondazione Opera Immacolata concezione onlus.

Il centro Atlantis di Castelfranco vuole vincere la sfida per l’inclusione delle persone con disabilità. Anche con nuovi progetti ed iniziative. Ecco quali in questa intervista alla direttrice Raffaele Munaretto.

Uno spettacolo davvero fuori dal comune quello proposto dal coro giovani di Salvarosa alla sagra del paese la scorsa domenica sera. Un viaggio a ritroso nel tempo che ha ripercorso la storia della piccola frazione di Castelfranco attraverso un riuscitissimo mix di canzoni, foto e aneddoti.

Un sogno che comincia concretamente a prendere forma quello che, da tempo, coltiva l’associazione Teniamoci per mano. La casa ospita ogni sabato pomeriggio fino a sera, sei disabili di Salvatronda. ma l'obiettivo è quello di ampliare ospitalità e spazi di autonomia.

L'esposizione, curata da Giacinto Cecchetto, si sviluppa su 100 metri lineari, lungo il corridoio di collegamento dal Cup castellano alla chiesa, con 200 immagini e numerosissime didascalie informative.

Sabato scorso al teatro Accademico di Castelfranco, grazie ad un gruppo di giovani tenaci e appassionati cui va il merito di aver creduto fortemente nel progetto ed averlo realizzato con successo, si è tenuta la seconda edizione di questo evento che mette al centro l’innovazione.

Una volta a regìme, in circa 2 anni con un investimento di circa 20 milioni di euro, lo Iov a Castelfranco potrà contare su 138 posti letto dedicati alle varie specialità oncologiche e su 25 letti per accogliere pazienti provenienti dalle altre Regioni, rafforzando così la mobilità attiva verso il Veneto.

E' stata celebrata domenica scorsa a Treville la Festa dell'amicizia che ha visto l’Unitalsi Treviso riunirsi, insieme a tutti i volontari e malati che il mese scorso hanno partecipato al pellegrinaggio a Lourdes, prima nell'eucaristia, poi in un gioioso pranzo.

Dieci anni di accoglienza, futuro, coraggio, responsabilità, per usare alcune delle parole scelte dagli ex allievi per celebrare la ricorrenza. Sono quelli compiuti dalla scuola media parrocchiale Santa Maria della Pieve che, per l’occasione, ha organizzato due importanti appuntamenti.

Da qualunque angolazione lo si guardi, anche la più scherzosa e mediatica, suscita una riflessione il tema delle nascite sollevato dal parroco di Castello di Godego, don Gerardo Giacometti, durante l’ultima celebrazione dei Battesimi.Ecco le sue considerazioni.

Approvata dalla giunta del comune di Castelfranco una convenzione di sei mesi con il comune di San Michele al Tagliamento, per poter usufruire del servizio cinofilo antidroga, il servizio cinofilo porta i suoi primi risultati.

Sabato 30 settembre la città di Castelfranco sarà messa "Sottosopra" con mostre, talk, poesia, workshop nel centro e nei negozi. L'evento, organizzato da un numeroso gruppo di ragazzi in collaborazione con la pro Loco cittadina, lancerà un nuovo movimento giovanile, nato dal bisogno dei giovani di ottenere un proprio spazio fisico e autogestito.

Si è recentemente conclusa l'esperienza di sei giorni di servizio a Lourdes, nell’ambito del pellegrinaggio mariano della diocesi di Treviso, organizzato dall’Unitalsi per quattordici giovani dell’Azione Cattolica della parrocchia del Duomo e di tre scout del clan Agesci Castelfranco 3 accompagnati, rispettivamente, dai loro educatori e capi scout.

Succede a Germano Tonetto, che gli ha passato il testimone. In Concerto è una realtà imprenditoriale di primo piano ed opera da oltre 25 anni nei territori a cavallo fra la provincia di Treviso e quella di Padova, nella forma di un “distretto economico sociale”.

Una settimana presso un campo di Impegno e Formazione sui beni confiscati alle mafie, per conoscere più da vicino la realtà associativa di Libera: per un gruppo di giovani castellane l’avventura è iniziata il 23 luglio scorso nel campo di Naro, in provincia di Agrigento. Ce la racconta Erica Dametto, che l'ha vissuta in prima persona.

L'impianto in via di realizzazione a Castelfranco preoccupa "sia per l'impatto ambientale che per il consumo di suolo", e sono state raccolte già più di 3.500 firme, fa presente Zanoni. "Si tratta di un progetto troppo impattante per il territorio poiché prevede una cementificazione di ben 7.084 metri quadri di terreno.

Le notti estive si animano di musica, prosa, cinema, teatro e cultura a Mottinello Nuovo, frazione di Rossano e Galliera Veneta dove, dal 6 agosto al 12 settembre, l’associazione culturale Giuseppe Comello presenta il Villa Comello Festival.

“Prima la persona e l’ambiente, e poi il profitto”. È con questo striscione esposto all’esterno della canonica che don Giuseppe Furlan, parroco di Sant’Andrea Oltre il Muson, dice “no” al progetto della ditta Zarattini di San Martino di Lupari, orientato alla costruzione di un allevamento intensivo di polli in paese, al confine con il territorio comunale di San Martino di Lupari.

“Siamo soddisfatti di aver trovato un accordo con l’attuale Amministrazione comunale che su questi temi ha dimostrato la sua disponibilità per risolvere un contenzioso che durava da centinaia di anni con disagi per Comune e parrocchia" - dice il parroco, mons. Dionisio Salvadori.