Castellana

Al giovane pianista castellano Stefano Andreatta, vincitore del primo premio del prestigioso Concorso internazionale di Pianoforte indetto dalla Città di Sacile tenutosi dal 6 al 14 maggio 2016, è stata consegnata una targa di riconoscenza da parte dell'amministrazione comunale di Castelfranco.

Andreatta ha iniziato gli studi col padr­e ­e si è ­diplomato al Conservatorio “Steffani”­ della sua città natale sotto la guida ­di Francesco Bencivenga­. Da tempo ha intrapreso una brillante ­carriera solistica, proseguendo gli stud­i e il perfezionamento con maestri come Riccardo Risaliti, Jerome Lowenthal, An­na Kravchenko e attualmente è seguito dal maestro ­Massimiliano Ferrati­.

A decretare la sua vittoria sugli altri due finalisti, la coreana Yejin Noh e il russo Ruben Kozin, l'interpretazione del Concerto n. 2 di Franz Liszt.

In quanto vincitore del Concorso, oltre al Premio intitolato alla Città di Sacile, e consegnato dall’Assessore alla Cultura Carlo Spagnol, ha ricevuto formalmente anche gli altri Premi Speciali riservati al Primo classificato: il contratto per un tour di concerti, da tenersi nel prossimo festival pianistico 2017, e la registrazione di un cd audio di un CD per piano solo alla Fazioli Concert Hall di Sacile, grazie all'etichetta KNS Classical, il cui catalogo è dedicato al repertorio classico dei nuovi nomi della musica internazionale.

Venerdì 27 maggio il Teatro Accademico era gremito di giovani provenienti da undici scuole superiori di Castelfranco (Ipssar, Ipsia, Itis, Itc, Rosselli, Agraria, Cfp Lepido Rocco, Liceo Giorgione, Nightingale) accorsi a ricevere 180 attestati di Cittadinanza attiva, per l’attività di volontariato svolta a favore delle associazioni del territorio e del Comune. 

Domenica 5 giugno gli alunni dell’Istituto comprensivo 1° saranno protagonisti di un inusuale allestimento della Traviata di Giuseppe Verdi a Castelfranco. Il melodramma andrà in scena in modalità itinerante nelle cornici più suggestive della bella città murata.

I più esposti ai rischi della Rete sono i giovani, tanto attratti dai prodigi del web 2.0 da avvertire la necessità di rimanere costantemente connessi. Per questo, martedì 17 maggio è iniziato un ciclo di appuntamenti rivolti ai genitori, sui rischi e i pericoli del web, presso la sala Pacifico Guidolin della biblioteca comunale di Castelfranco.

Il positivo di inserimento di Elisabetta, trentaseienne di caselle d'Altivole con una grave forma di disabilità fisica. Grazie alla disponibilità delle titolari, Lara ed Elena Manera, e del Centro Atlantis.

Grazie all’instaurazione di rapporti personali con i vicini che vivono in solitudine, e nel rispetto della privacy, è possibile sconfiggere la solitudine. In una società che tende ad invecchiare senza rigenerarsi, a Castelfranco istituzioni e popolazione civile progettano e sperimentano soluzioni innovative per tutelare (e valorizzare) la figura dell’anziano.

L'iniziativa, a offerta responsabile, è rivolta a giovani, famiglie, associazioni locali e a comunità di diversa nazionalità d’origine. I partecipanti potranno scegliere tra due percorsi: partenza da Spineda di Riese (percorso di 9 km) o da Resana (percorso di 13 km).

Una stele all’ingresso, 4 bacheche e 12 leggii accompagneranno i visitatori in un percorso dentro alla poesia di Andrea Zanzotto - ma non solo - comunque vissuta e non unicamente celebrata. Domenica 1° maggio c'è stato il taglio del nastro.

Sabato 9 aprile l’Avis di Castelfranco ha raccolto i frutti della sua partecipazione, assieme ad Avis provinciale e Aido, al Consiglio comunale del 29 gennaio. Ricevendo una visita di contraccambio dal sindaco Marcon e consiglieri di vari partiti.

Il Coordinamento del volontariato ha avuto lo stabile in comodato d’uso. Per creare uno spazio dedicato al sociale, con un occhio alle potenzialità cicloturistiche della zona. Se ne è parlato il 2 aprile nel corso di una giornata in cui sono stati coinvolti i cittadini e i soggetti interessati.

Con l’arrivo della primavera, a sei mesi dall’inaugurazione avvenuta il 29 settembre, il parco di villa Revedin Bolasco apre le sue porte gratuitamente ai visitatori per due weekend. Quanto al futuro, invece, nulla è stato definito con precisione, ma dalle parole del sindaco Stefano Marcon la direzione appare chiara: l’accesso, a pagamento, sarà presidiato e le visite saranno guidate da volontari dell’associazione.

Sta attraversando una fase molto delicata La tana del lupo, l’asilo nido comunale di via Largo Asiago, a Castelfranco. Il caso è stato affrontato dalla III commissione (Sanità, servizi alla persona e politiche per la famiglia e per la casa) mercoledì 9 marzo ed è stato ripreso mercoledì 16. L’idea è quella di emanare un bando europeo.

La tradizionale Fiera del florovivaismo si tiene in questo fine settimana (12 e 13 marzo). In tutto gli stand saranno 250 con uno sviluppo lineare di 4-5 chilometri per un afflusso previsto, in caso di bel tempo, di circa 100mila presenze.

Il Museo Casa Giorgione continua la panoramica sul mondo della ceramica e sulle sue sperimentazioni moderne. Nella settimana della festa della donna, infatti, è allestita la mostra “Ceramiche contemporanee al femminile” con le opere di Roberta Barettoni. Il vernissage si terrà sabato 12 marzo alle 17.30 e la mostra sarà visitabile fino al 28 marzo 2016.

Domenica 13 marzo il salone del patronato di Treville si trasformerà ancora una volta in una grande sala da pranzo, dove tanti commensali (160 nella scorsa edizione) condivideranno un pasto povero, “caratterizzato dai cibi di un tempo, quando ci si nutriva di ciò che era disponibile in casa, condividendolo".

Si sta svolgendo in questi giorni a Castelfranco il XV Concorso internazionale per danzatori, coreografi e scuole 2016, ospitato presso il teatro Accademico sabato 12 e domenica 13 marzo. L'evento, che porterà nella cittadina centinaia di ballerini da tutta Italia, è organizzato da Progetto danza SSD di Treviso, con il patrocinio del Comune di Castelfranco.

Prosegue a gonfie vele la mostra “Maschere. Fantasmagorie di Carnevale in Torre Civica”, inaugurata il 6 febbraio a Castelfranco e aperta fino al 26 marzo. Fra i visitatori finora accorsi, numerose famiglie, studenti, qualche scolaresca e molti turisti stranieri.

All’indagine del Comune di Castelfranco sulle associazioni interessate alla gestione l’Associazione Palio, hanno risposto Associazione Palio, Historia Tourism di Cittadella e Bolasco Domani Onlus. Assessore alla cultura Lizza: "A queste associazioni chiederemo un’offerta, per arrivare ad una convenzione precisa".

Fino al 6 marzo ai Giardini del sole si potrà ammirare il biplano mini Tiger Moth costruito dagli utenti della cooperativa sociale L'Incontro insieme agli appassionati dell'associazione Arma Aeronautica di Castelfranco Veneto.

Due professionisti saranno attivi presso l’Utap (Unità territoriale di assistenza primaria) e la medicina di gruppo in Viale Europa a Castelfranco. L’invio dei pazienti avverrà su discrezione dei medici di base e il servizio sarà gratuito.

Fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo prenderà avvio, a Castelfranco, il corso di formazione per assistenti domiciliari: 100 ore in totale, 60 di teoria e 40 di tirocinio. Una garanzia sulla preparazione e l’affidabilità degli assistenti e un mezzo di controllo del lavoro sommerso e di eventuali pratiche poco corrette.