Castellana

Sarà un'occasione per conoscere Abio , l'Associazione per il Bambino in Ospedale, e i suoi volontari che ogni giorno, nel reparto di pediatria dell'ospedale San Giacomo di Castelfranco, s'impegnano a sostenere i piccoli ricoverati e le loro famiglie. Con tante attrazioni per grandi e piccini

Si è aperto il 28 settembre e durerà fino a martedì 6 ottobre, il workshop “Progettazione e pianificazione ambientale per i paesaggi estrattivi”, promosso dal Comune di Vedelago, in collaborazione con l’Università Iuav di Venezia.

Il personale Arpav, presente sul posto, sta continuando ad effettuare i campionamenti per monitorare la situazione. L’ultimo aggiornamento attesta l’assenza di composti gassosi nocivi alla salute. Per le analisi più impegnative (relative a diossine, furani e idrocarburi policiclici aromatici), è invece necessario attendere.

Emergenza per un grosso incendio scoppiato nel primo pomeriggio di sabato 26 settembre presso la ditta Ceccato riciclaggi, nella zona industriale della cittadina, vicino alla Circonvallazione. Cittadini invitati a non aprire le finestre.

Il concerto di solidarietà, svoltosi domenica 13 settembre in piazza Giorgione a Castelfranco Veneto, ha riscosso grande successo, nonostante il maltempo. L’evento è stato organizzato in favore della popolazione della Riviera del Brenta, Dolo, Pianiga e Mira, territori devastati dal tornado dell’8 luglio.

astelfranco Veneto Tra musica barocca, arte diocesana e rievocazioni medievali. Si apre giovedì alle 20.30 in piazza Duomo nella città di Giorgione l’evento “Musica e arti diocesane”.

Grazie all'impegno del Coordinamento del Volontariato della Castellana un gruppo di studenti ha potuto partecipare al campus di lavoro dell'Associazione Libera a Cirò, vicino a Crotone, affinché la legalità diventi valore fondante del Sud e del Nord Italia.

Alla grande vetrina milanese sono stati presentati i prodotti biologici ed agricoli delle cooperative sociali Campoverde, Cà Corniani, Montelletto e Pastificio Veneto: ortaggi, frutta, ma anche marmellate, sughi, succhi di frutta, pasta fresca e pasta ripiena.

Dalle stampe d’arte all’attività agricola o artigianale, dal cicloturismo, al cinema applicato. Tutte filiere in cui si sono cimentati in questo torrido luglio i ragazzi che hanno aderito al progetto “La gioventù del fare” della cooperativa Castelmonte.

Questo appuntamento è diventato una piacevole tradizione, partecipata e apprezzata da molti. Quest’anno è stato ripreso il tema dell’incontro tra le culture, già ben testimoniato durante “A spasso con i popoli”, la camminata interculturale svoltasi sul Sentiero degli Ezzelini lo scorso 3 maggio.

Torna nella Castellana un’attività antica che racconta con poesia i prodigi del ciclo della vita. In prima fila c’è la cooperativa sociale agricola Campoverde, affiancata da altre cooperative sociali.

Fino al 5 luglio, presso gli spazi della Parrocchia Santa Maria Assunta, avrà luogo l'annuale appuntamento della manifestazione che coinvolge ed unisce la comunità.

Una mostra, la santa messa, una serata di racconti, foto e testimonianze e la consegna del premio San Pio X 2015. Così Riese ha ricordato il 30° anniversario della visita di Giovanni Paolo II, il 15 giugno del 1985.

Con 26 donazioni multitessuto, nel 2014 la popolazione degli ospedali di Castelfranco e Montebelluna è stata tra le migliori in Veneto per generosità. Dati che denotano una certa consapevolezza nella popolazione dell’importanza di un dono così speciale.

Una struttura all’avanguardia che offre migliori servizi agli utenti. Sostituisce gli attuali centri di Spineda, Vallà e Poggiana, che saranno chiusi e dismessi.

Seguiti con particolare attenzione gli anziani e le persone fragili che già fanno uso di servizi di assistenza a domicilio. Riservati posti di accoglienza temporanea presso i centri di servizio alla persona.

Per tutta la giornata di martedi 2 giugno il parco di Villa Eger accoglierà i bambini e le famiglie con diverse proposte e attività. Un'iniziativa della parrocchia di Riese, con il patrocinio di Comune e Pro loco, che potrebbe essere la prima di una lunga serie.

Nella ricorrenza della nascita del gruppo scout resanese, sono in programma tre giorni di festa in parrocchia. Lo slogan, “Gioca, non stare a guardare”, vuole scuotere le coscienze intorpidite e invitare ciascuno a farsi carico della propria vita.

Il 31 maggio si avvicina. Data in cui gli abitanti di Castelfranco, oltre a designare un governatore per il Veneto, dovranno anche scegliere il nuovo sindaco della cittadina. Lega, Pd, M5S o civiche?

E’ stato di recente firmato l’accordo tra Comune e parrocchia del Duomo di Castelfranco su alcune annose questioni di proprietà immobiliari giungendo finalmente alla conclusione dell’intera vicenda.

Primo confronto pubblico tra i 5 candidati sindaco di Castelfranco, chiamati a discutere della sulla situazione delle scuole paritarie e, più in generale, del sostegno alle famiglie, specie quelle in difficoltà economica. L’incontro è stato organizzato la scorsa settimana dal Coordinamento Otto per l’infanzia.

A volte le persone anziane e sole rimangano per giorni isolate nella loro abitazione perché colte da malore, tale da non dare loro la possibilità di segnalare la propria difficoltà. Osservando questa necessità fra gli anziani, dalla Consulta della terza età è stata ideata questa iniziativa.

Il filmato "A simple interview", realizzato da Giacomo Mazzariol e le sue sorelle per “raccontare” il fratello con la sindrome di down, spopola su youtube. “Mio fratello è geniale e la sua semplicità, il modo di guardare il mondo, l’autenticità della sua vita non potevano restare chiuse dentro casa nostra", spiega Giacomo.

Un'inedita due giorni, all'insegna di cittadinanza attiva ed ecologia, si è tenuta lo scorso fine settimana, con le principali associazioni del Comune.

Consegnati negli scorsi giorni i peluche raccolti alla società sportiva attraverso l’iniziativa “Teddy Bear Toss”. Saranno inseriti nella “borsina dell’accoglienza” che i volontari dell’Associazione Bambino in Ospedale consegnano ai piccoli pazienti ricoverati.

La cooperativa sociale di Castelfranco primeggia nel settore delle case di riposo. Ed è capace di lavare e stirare in un solo giorno fino a 50 mila pezzi di biancheria piana, 15 mila indumenti di ospiti, 3.700 divise da lavoro. E il fatturato cresce del 9 per cento.