Castellana

Un appello ad una maggiore coesione fra soggetti attivi nel territorio, operanti nel campi dell’inclusione sociale, per affrontare meglio il nodo dell’integrazione degli stranieri richiedenti asilo. È quanto è emerso sabato scorso all’assemblea ordinaria dei soci dell’associazione castellana “Cittadini Ovunque”, presieduta da Augusto Cusinato 

Torna in città “Sottosopra”, pronta a scompigliare le idee, dal 23 al 26 maggio, della bella Città murata. A destare Castelfranco sono ancora una volta i giovani, un’ottantina, organizzati nel movimento Sottosopra e produttori dell’iniziativa, organizzata dalla Pro Loco, con la collaborazione dell’associazione Dentro/Centro e il patrocinio del Comune di Castelfranco. “Sottosopra.

Numerosi fedeli si recano in pellegrinaggio per presentare una richiesta e invocare l’aiuto e la protezione della Vergine. Sante messe saranno celebrate alle 6.00, 7.00, 8.00, 9.00, 10.30, 16.00, 18.00, 20.00.

L’esposizione, incentrata sul tema degli affetti famigliari, intende dare risalto agli aspetti che congiungono, seppur a partire da esperienze e vissuti diversi, due eminenti figure, Pio X, di Riese, ed Egisto Lancerotto, di Noale.

Nasce a Castelfranco il progetto “Scuola sicura”, ideato dal dottor Pasquale Borsellino e dal maresciallo Antonio Currò, che propone nelle scuole un professionista della sicurezza personale per sostenere professori e famiglie nello svolgimento della loro azione educativa.

Torna domenica 6 maggio “ A spasso coi popoli”, passeggiata culturale non competitiva di 8 Km lungo il torrente Muson, sul tracciato del Sentiero degli Ezzelini, giunta alla sesta edizione.

L'arcivescovo di Varsavia protagonista dell’incontro organizzato presso il teatro Accademico in occasione della festa di San Liberale, alla presenza del parroco del Duomo don Dionisio Salvadori, del sindaco Stefano Marcon e di altri membri dell’amministrazione comunale.

Per venire incontro ai cittadini in prima istanza con una informazione corretta e chiara sui servizi e le possibilità offerte dal territorio nell’assistenza familiare, l’Unione dei comuni della Marca Occidentale (Vedelago, Loria, Riese e Resana) ha approvato un progetto itinerante.

I giovanissimi della collaborazione pastorale di Castelfranco che lo scorso fine settimana hanno vissuto alcuni giorni tra Firenze e la scuola del Priore. “I ragazzi che hanno partecipato sono stati entustiasti" racconta Martina Brianese, una delle animatrici che ha accompagnato l’esperienza.

L’appuntamento annuale per i ragazzi del clan - età compresa fra la terza superiore e il primo anno di università - ha coinvolto nella notte fra sabato scorso e domenica, circa 35 capi 130 ragazzi e ragazze in un percorso a piedi che li ha portati a Camposampiero nelle prime ore del mattino.

Sono presenti Alice Di Pasquale, Andrea Vial e Giovanni Tosato, castellani con età media di 24 anni. TEDx è un programma di eventi locali indipendenti il cui format rimane ispirato al modello californiano. Gli speaker provenienti dai vari settori disciplinari condividono con il pubblico le loro idee ed esperienze in talk di al massimo 18 minuti.

Nelle giornate del 12, 13 e 14 aprile l’Istituto ospiterà la Gara Nazionale di Grafica, a cui parteciperanno 25 studenti di 25 Istituti professionali con opzione Promozione Commerciale e Pubblicitaria, provenienti da 10 regioni di tutto il territorio nazionale, accompagnati dai loro docenti.

Ad un anno esatto dal primo colpo di ruspa, la pista ciclopedonale di Villa Emo è  percorribile: da qualche giorno il capolavoro di Andrea Palladio a Fanzolo è raggiungibile in bici dal centro di Vedelago. Un'altra infrastruttura sarà utilizzabile tra due settimane: la pista ciclabile sulla Provinciale 19 tra Albaredo e Castelminio.

Dalle ore 9.30 del mattino fino a sera, torna puntuale a Castelfranco Veneto “Idee per Volare”. La manifestazione lanciata 21 anni fa dalla cooperativa sociale L'Incontro, con l'obiettivo di creare una grande festa per l'inclusione sociale.

Si è spento all’età di 95 anni il maestro d’arte Angelo Gatto, nella sua abitazione di Sant’Andrea Oltre il Muson. Una chiesa gremita lo ha accolto sabato 24 marzo per l’estremo saluto, alla presenza di numerose autorità e sacerdoti che hanno concelebrato la messa funebre, presieduta dal parroco di Sant’Andrea don Giuseppe Furlan.

In alcuni luoghi della città a breve saranno installati dei pannelli, realizzati su legno. Due richiamano la statua del Giorgione posta lungo il fossato del castello, altre rappresentano un ciclo di affreschi del pittore originario di Castelfranco dal titolo: “Fregio delle arti meccaniche e liberali”.

A 95 anni, è mancato questa mattina Angelo Gatto. I funerali dell'artista nato a Santa Cristina di Quinto, si svolgeranno nella parrocchia di Sant'Andrea Oltre il Muson sabato 24 marzo alle ore 10.

Dalla riscoperta di due vigneti di Villa Emo nasce una produzione vinicola di nicchia, che verrà presentata ufficialmente il prossimo 6 aprile nel salone affrescato.

Sono state 180 le persone che domenica 11 marzo si sono riunite in patronato a Treville per pranzare insieme con i piatti semplici e “poveri”. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto alle persone bisognose della comunità e alle cosiddette adozioni a vicinanza.

Aumenta il numero dei nuovi donatori in Avis a Castelfranco Veneto: il dato, 152, è il migliore dell’ultimo decennio. Ma l’aspetto più interessante è che per la maggior parte si tratta di giovani tra i 18 e i 30 anni, italiani ed anche stranieri di origine. Segno che l’intensa attività nelle scuole permette di gettare semi che poi, nel tempo, producono frutti.

Il famoso psichiatra e sociologo, che la settimana scorsa è intervenuto ad un affollatissimo incontro pubblico al Centro Bordignon di Castelfranco, invitato dalla parrocchia del Duomo nell’ambito della scuola per genitori 2018.

Questa l’ultima idea della Giunta Marcon, presentata ai media la scorsa settimana e sulla quale ora cominceranno a lavorare gli uffici incaricati dell’istruttoria per avviare il dossier, sotto la supervisione del dirigente Paolo Marsiglio.

Si allargano le braccia della carità castellana, capaci non più solo di ascolto e distribuzione (che già è molto) ma anche di costruire progetti, attivare servizi, coinvolgere e qualificare. Al cuore delle attività resta il centro di ascolto, che nel 2017 ha accolto 248 persone sostenendo in totale 914 colloqui.