Castellana
stampa

A Vicenza i funerali di padre Tiziano Civiero, originario di Castello di Godego

La salma sarà tumulata nel cimitero di Castello di Godego venerdì 8 gennaio alle 14. “Si tratta dell’ultimo consacrato dei Servi di Maria del nostro paese che a quell’ordine ha dato diversi sacerdoti - spiega don Gerardo Giacometti parroco di Castello di Godego che ben conosceva padre Civiero - ritornava a Godego sempre volentieri”.

Parole chiave: padre tiziano civiero (1), servi di maria (2), castello di godego (25), monte berico (3), covid-19 (188), coronavirus (950)
A Vicenza i funerali di padre Tiziano Civiero, originario di Castello di Godego

Si tengono venerdì 8 gennaio i funerali di un altro religioso che il Covid si è portato via. E’ padre Tiziano M. Civiero, 69 anni, originario di Castello di Godego, che viveva nella comunità dell’Istituto Missione di Monte Berico dei Servi di Maria, la congregazione a cui apparteneva. Padre Civiero si era ammalato all’inizio di dicembre e poi le sue condizioni sono peggiorate, tanto da dover essere ricoverato al reparto di rianimazione Covid dell’ospedale San Bortolo di Vicenza, dove purtroppo è venuto a mancare il 2 gennaio scorso.

Una messa di suffragio è stata celebrata a Castello di Godego suo paese d’origine. Il funerale invece avrà luogo venerdì 8 gennaio alle 11 nella basilica di Monte Berico, a Vicenza. La salma sarà tumulata nel cimitero di Castello di Godego venerdì 8 gennaio alle 14. “Si tratta dell’ultimo consacrato dei Servi di Maria del nostro paese che a quell’ordine ha dato diversi sacerdoti - spiega don Gerardo Giacometti parroco di Castello di Godego che ben conosceva padre Civiero - ritornava a Godego sempre volentieri e ricordava che la Madonna prima era apparsa a Godego e poi a Monte Berico per insegnare una strada. Quella che lui aveva accolto diventando frate servita”.

E nella congregazione di Maria Padre Civiero si era distinto per la sua passione negli studi storici e mariani tanto da diventare docente di storia della Chiesa. Ordinato sacerdote a Vicenza nel 1979 ha svolto la sua attività a Rovato e a S. Maria di Pietralba, prima di essere trasferito a Roma dove vi rimase fino al 2011. Qui è stato segretario di facoltà, presso la facoltà Teologica Marianum, docente di storia della chiesa e di metodologia teologica, avendo anche conseguito il dottorato in Storia della Chiesa all’Università Gregoriana nel 1992. Poi il trasferimento a Vicenza a Monte Berico presso l’Istituto Missioni, dove è rimasto fino alla dipartita. Qui ha insegnato storia della Chiesa e dell’ordine presso l’Issr Madonna di Monte Berico e mariologia all’Issr diocesano di Vicenza.

L’ultima sua apparizione pubblica, a Castello di Godego, il 10 settembre scorso in occasione della presentazione di un volume sulla storia del Santuario della Madonna della Crocetta in occasione del giubileo dei 600 anni dall’apparizione. “Era con noi per raccontarci, da storico appassionato - ricorda don Gerardo - la presenza dei Serviti a Castello di Godego e al Santuario della Madonna della Crocetta. Ma non c’era solo lo studioso; c’era anche un figlio che in quel Santuario si sentiva a casa, legato alla Vergine che aveva conosciuto da piccolo ed alla quale sapeva di appartenere nella grande famiglia dei Servi di Maria. Grazie padre Tiziano per la tua testimonianza. Accanto alla Vergine prega per noi”. La notizia della morte di padre Tiziano è stata accolta con sentito cordoglio a Castello di Godego visto e considerato che era molto conosciuto, così come la sua famiglia. Lascia infatti i fratelli Marianna, Augusto, Giancarlo, Natalino e Giuseppina, cognati, cognate, nipoti.

Tutti i diritti riservati
A Vicenza i funerali di padre Tiziano Civiero, originario di Castello di Godego
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento