Castellana
stampa

Casacorba saluta le Figlie di Gesù

Suor Lina e suor Ofelia hanno raggiunto le nuove sedi dove la Madre generale le ha destinate. Per il piccolo paese è stata sorpresa ed incredulità. Ma anche questo momento rappresenta una tappa significativa all’interno di un percorso comunitario ed ecclesiale.

Parole chiave: casacorba (4), suore (18)
Casacorba saluta le Figlie di Gesù

“Cinquantesimo anniversario di presenza a Casacorba e 200° anniversario della nascita della Congregazione delle suore Figlie di Gesu - 25 aprile 2012”. La Parrocchia di Santa Fosca V. e M. in Casacorba e le suore della Scuola dell’Infanzia «Maria Immacolata» hanno il piacere di invitarvi mercoledì 25 aprile alle ore 10 nella chiesa parrocchiale di Casacorba”. Questo il gioioso annuncio che nella primavera del 2012 veniva diffuso dal nuovo parroco don Moreno De Vecchi e che campeggiava su manifesti ed inviti della parrocchia.
Oggi, a soli due anni di distanza dalla festa giubilare, le suore non ci sono più. In silenzio, con religiosa ubbidienza, suor Lina e suor Ofelia hanno raggiunto le nuove sedi dove la Madre generale le ha destinate. Per il piccolo paese è stata sorpresa ed incredulità, quasi uno shock. Le suore erano parte integrante della parrocchia. Presenti nella struttura didattica per l’infanzia dove hanno accompagnato con dedizione, fatica e laboriosità diverse generazioni nel cammino verso il primo approccio alla vita comunitaria, nel contempo hanno sostenuto ed animato la vita pastorale e liturgica, e garantito una presenza rassicurante a fianco di anziani ed ammalati. Casacorba è sempre stata molto vicina alle suore della scuola per l’infanzia Maria Immacolata. L’asilo infantile era frequentato spesso da persone del paese, genitori dei bambini, gruppi di volontari, giovani ragazze, tutti davano con generosità il loro aiuto per le diverse necessità della scuola e della chiesa e per organizzare feste ed incontri cui tutta la comunità partecipava.
I tempi cambiano, crisi e difficoltà di ogni tipo mettono a dura prova la società nel suo complesso e chiamano a nuove sfide.
Il rammarico e la tristezza che hanno accompagnato questa partenza, solo in parte mitigati dalla partecipata e commossa festa di addio nella serata comunitaria di giovedì 26 giugno, non debbono tradursi in rassegnato sconforto. Il modo migliore per esprimere l’affetto e il ringraziamento per questo mezzo secolo di attività, è dimostrare che le suore Figlie di Gesù hanno lasciato un segno indelebile, un seme che non andrà perduto.
In fondo anche questo momento, benché contrassegnato dal vuoto e dalla mestizia, rappresenta una tappa significativa all’interno di un percorso comunitario ed ecclesiale.
Da parte di tutta la comunità parrocchiale di Casacorba, di don Moreno e don Narciso, un grazie di cuore a suor Lina e a suor Ofelia, e a tutte le suore che con spirito di dedizione e sacrificio si sono avvicendate alla conduzione della scuola materna.
Don Pietro Leonardi, il padre fondatore della Congregazione delle “Figlie di Gesù”, ci ha lasciato un pensiero che si presta bene a riassume lo spirito di questo momento: “La memoria del passato è uno sprone, una scala che risale a Dio”.

Casacorba saluta le Figlie di Gesù
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento