Castellana
stampa

Fanzolo, partito il restauro al santuario del Caravaggio

Sarà una ristrutturazione che riporterà all’antico splendore l’abside e la cupola sotto l’altare del santuario del Caravaggio a Fanzolo. I lavori di restauro degli affreschi e gli interventi di miglioramento sono iniziati la scorsa settimana e si concluderanno in un paio di mesi al massimo.

Parole chiave: fanzolo (16), caravaggio (5), santuario (11)
Fanzolo, partito il restauro al santuario del Caravaggio

Sarà una ristrutturazione che riporterà all’antico splendore l’abside e la cupola sotto l’altare del santuario del Caravaggio a Fanzolo. I lavori di restauro degli affreschi e gli interventi di miglioramento sono iniziati la scorsa settimana e si concluderanno in un paio di mesi al massimo. L’obiettivo è quello di riportare alla luce gli antichi affreschi, attualmente sepolti da una mano di bianco di intonaco. “Qualche mese fa - racconta il parroco di Fanzolo don Ivan Feltracco -, guardando alcune foto del passato ci siamo accorti che gli ambienti dietro l’altare erano decorati con motivi geometrici di un bellissimo effetto e anche di buona fattura. Pertanto, con il placet della Sovrintendenza alle Belle Arti e in collaborazione con l’Ufficio diocesano preposto, abbiamo commissionato uno studio di analisi e di operatività, per decidere poi di procedere”.

Il costo dell’intera operazione si aggiorna attorno ai 25 mila euro e sarà interamente sostenuto dalla beneficenza di molte persone che si sono rese disponibili e da alcune donazioni accantonate dalla parrocchia. “La nostra comunità ha altri impegni economici cui far fronte, pertanto questa spesa sarà coperta con le offerte”, spiega don Ivan.

Del resto, il Santuario del Caravaggio non è nuovo ad opere di restyling: nel ’99 si era proceduto ad un importante intervento di ristrutturazione che aveva coinvolto il corpo centrale della chiesa e il rifacimento di tutta la cupola; e più recentemente, oltre alle “ordinarie” opere di miglioramento, era stato sistemato il pavimento in stile veneziano e curati gli esterni dell’edificio sacro.

“Il santuario è da sempre luogo frequentato da numerosi fedeli e pellegrini - prosegue il parroco -. Qui trovano un posto silenzioso, che avvicina alla preghiera e alla meditazione, che aiuta a trovare la quiete interiore per un dialogo autentico con il Signore”. La grande festa che si celebra poi il 26 maggio di ogni anno, giorno in cui si ricorda l’apparizione della Madonna a Caravaggio (Bergamo), è sempre partecipata e vivace. Il tempietto è stato realizzato grazie a Giacomo Agostini di Castelfranco e al nobile veneto Carlo Albrizzi, che offrirono il terreno su cui l’architetto Michele Fapanni, con in mente l’edificio analogo che Andrea Palladio costruì a Maser per villa Barbaro, edificò nella forma attuale. La posa della prima pietra è datata 8 maggio 1830, la realizzazione si concluse nel 1845.

Con l’occasione di questa ristrutturazione, oltre a ripristinare le decorazioni originali dietro l’altare e della cupola, si procederà anche ad alcuni lavori di manutenzione necessari: saranno sistemate e chiuse le crepe strutturali, verranno puliti i marmi lateriali, oltre che tolte tutte le stuccature applicate sopra l’originale. Sarà inoltre riportato alla luce il pavimento in marmo nero e ripuliti i marmi dell’altare. Infine saranno cambiate le finestre in alluminio con nuove su modello antico.

Durante tutto il periodo dei lavori il Santuario del Caravaggio sarà chiuso e la messa della domenica alle 8 sarà celebrata nella chiesa parrocchiale di Fanzolo, fintantoché l’edificio non tornerà all’antico splendore.

Tutti i diritti riservati
Fanzolo, partito il restauro al santuario del Caravaggio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento