Castellana
stampa

Gli abbracci possibili a Castelfranco

L'iniziativa del centro servizi Domenico Sartor: sono stati rimodulati gli spazi per le visite familiari agli ospiti, con la possibilità di toccarsi e salutarsi in sicurezza

Gli abbracci possibili a Castelfranco

Sta facendo il giro delle televisioni nazionali la notizia che al Centro servizi alla persona Domenico Sartor di Castelfranco Veneto sono stati rimodulati gli spazi per le visite dei familiari agli ospiti con la possibilità di toccarsi e abbracciarsi in assoluta sicurezza. Esperienza pilota in Italia, nata dal pensiero e dalla riflessione costante del gruppo dirigente del Centro, che non si è arreso davanti alla pandemia e alle sue regole. Le immagini girate e le parole che le hanno accompagnate raccontano dell’emozione di poter tornare a rivedersi e a stringersi tra gli anziani e i propri cari, e tuttavia lasciano anche l’amaro in bocca, perché mostrano plasticamente a cosa stiamo rinunciando per la giusta tutela della salute.

Il salone delle Rose dunque è stato rimodulato e allestito con separatori in vetro e postazioni dove ospiti e familiari possono parlarsi e toccarsi grazie a dei guanti. Inoltre sono state predisposte due postazioni denominate “Emozioni dell’abbraccio” dove viene sperimentata una nuova tecnica che, tramite l’utilizzo di materiale plastico trasparente morbido, consente di abbracciarsi, pur restando separati e protetti da possibili contagi.

“In questi mesi difficili di lotta al coronavirus - mi spiega la direttrice Elisabetta Barbato mentre, accompagnandomi a vedere la sala, saluta con affetto alcuni anziani - siamo riusciti a realizzare oltre 1.000 visite in piena sicurezza, all’aperto e distanziati. Ora però, con l’arrivo della stagione invernale, abbiamo voluto studiare in anticipo una soluzione interna e così abbiamo rivoluzionato il Salone delle Rose. In questo modo, aumenteremo il numero di visite giornaliero possibile e soprattutto andremo a sperimentare le «Emozioni dell’abbraccio». Gli ospiti hanno bisogno di contatto fisico coi famigliari per il proprio benessere e così abbiamo studiato varie soluzioni, ispirandoci anche all’estero, e abbiamo pensato di predisporre due postazioni separate da un parete di telo elastico sicuro ma flessibile. La serenità e la qualità della vita dei nostri ospiti è fondamentale, speriamo così di poter fare un nuovo piccolo passo verso la normalità. Il tutto, in piena sicurezza e nel rispetto dei protocolli”.

Nel frattempo, il centro Sartor ha dovuto necessariamente sospendere l’attività diurna e il servizio ad personam, che rispondeva al bisogno di assistenza domiciliare integrata a quella del Comune. Grazie ai protocolli rigorosi, alla rimodulazione dell’organizzazione, al regolamenti specifici, non ci sono stati contagi di Covid 19. L’attenzione è massima, il senso di responsabilità pure, da un lato a garantire la tutela della salute di tutti, dall’altro cercando in ogni modo di non dimenticare che il benessere è fatto in larga misura dalle relazioni, dall’affetto delle persone care.

Per questo, ad arricchire ancora di più il Salone delle Rose, è stato realizzato un Cubo sensoriale interattivo di 3X3 metri che proietta video e suoni e immagini rilassanti e coinvolgenti allo stesso tempo. Inoltre, su alcune facciate del cubo gli ospiti possono interagire facilmente con il touch screen per una stimolazione a livello percettivo, attentivo ed emotivo. “Credo molto nella tecnologia immersiva di realtà aumentata - conclude Elisabetta Barbato -. Permette nuove forme di partecipazione perché si possono «sperimentare» anche video di luoghi conosciuti, eventi importanti... Stringe le distanze”. E di questi tempi è tutt’altro che una banalità.

Tutti i diritti riservati
Gli abbracci possibili a Castelfranco
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento