Castellana
stampa

Il Conservatorio di Castelfranco resta senza sede

Si è rotto il sodalizio con la Provincia di Treviso, che, per ridurre le spese, taglia il contributo annuale al conservatorio di Castelfranco. 94 mila euro in meno, una somma ragguardevole corrispondente all’affitto di villa Barbarella.

Parole chiave: conservatorio (29), castelfranco (384), conservatorio steffani (17), musica (177)
Il Conservatorio di Castelfranco resta senza sede

Giunge dal conservatorio “Agostino Steffani” di Castelfranco una grave notizia, attesa ormai da tempo.

Si è rotto il sodalizio con la Provincia di Treviso, che, per ridurre le spese, taglia il contributo annuale al conservatorio di Castelfranco. 94 mila euro in meno, una somma ragguardevole corrispondente all’affitto di villa Barbarella, l’immobile di proprietà privata ubicato dentro alle mura, che ospita la sede centrale dell’istituto. La notizia ha fatto mobilitare i vertici del conservatorio, che non è in grado di sostenere da solo una spesa tanto considerevole per l’affitto della bella villa. Per questo, dopo aver incontrato il presidente delle Provincia Leonardo Muraro, l’amministrazione parlerà anche con il sindaco di Castelfranco Stefano Marcon, per chiedere il sostegno del Comune.

Per il momento non tira aria di chiusura: lo Steffani riveste un ruolo di primo piano nel panorama musicale veneto. Ma una soluzione va trovata in fretta. L’ampliamento delle strutture del chiostro dei Serviti, sede succursale del conservatorio, adiacente alla chiesa di San Giacomo, potrebbe costituire una soluzione temporanea all’emergenza dei locali.

Il Conservatorio di Castelfranco resta senza sede
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento