Castellana
stampa

Mostre, conferenze e laboratori. Per un mese Castelfranco è "capitale" del paesaggio

Il grande Gerry Johansson, fotografo svedese che ha mostrato al mondo le sue città in relazione al rapporto con chi le vive, e Guido Guidi, maestro che dal Whitney Museum di New York al Centre Pompidou di Parigi ha solcato con le sue immagini i più importanti spazi espositivi a livello globale, hanno inaugurato le loro due mostre personali che rappresentano il fulcro della rassegna P=S+N (Paesaggio, Soggetto, Natura).

Parole chiave: castelfranco (281), mostre (19), paesaggio (7)
Mostre, conferenze e laboratori. Per un mese Castelfranco è "capitale" del paesaggio

Il grande Gerry Johansson, fotografo svedese che ha mostrato al mondo le sue città in relazione al rapporto con chi le vive, e Guido Guidi, maestro che dal Whitney Museum di New York al Centre Pompidou di Parigi ha solcato con le sue immagini i più importanti spazi espositivi a livello globale, hanno inaugurato le loro due mostre personali che rappresentano il fulcro della rassegna P=S+N (Paesaggio, Soggetto, Natura) che fino al 17 novembre trasformerà Castelfranco Veneto in centro internazionale del paesaggio e della fotografia.

P=S+N è una formulazione del teorico del paesaggio Michael Jakob, il quale ha definito il paesaggio (P) come il legame, l’incontro e l’interazione tra un soggetto (S) e la natura (N). Il paesaggio, perciò, è frutto della natura non meno che dell’uomo.

Nel weekend si sono svolte 3 conferenze che oltre ai due maestri della fotografia hanno coinvolto altri fotografi, scrittori, storici e urbanisti come: Adele Re Rebaudengo, Matteo Melchiorre, Marco Zanta,  Mariano Sartore, Stefano Munarin, e altri. Le iniziative hanno riscosso un sorprendete successo di pubblico, tanto da obbligare la biblioteca comunale a bloccare l’accesso ai partecipanti. Ottima partecipazione anche per l’inaugurazione delle due mostre, organizzate in museo Casa Giorgione e nello Spazio Hea.

La mostra “Guido Guidi. In Veneto, 1984-89”, ideata specificamente per il museo Casa Giorgione di Castelfranco, raccoglie più di settanta fotografie, per la maggior parte inedite e mai esposte prima, realizzate fra il 1984 e il 1989 utilizzando una camera di grande formato. Le località attraversate e fotografate da Guidi, comprese tra le province di Treviso, Vicenza, Padova e Venezia offrono un punto di vista sorprendente sul processo di trasformazione che ha portato alla modificazione di un vasto territorio rurale nella direzione di una dispersione urbana definita come “città diffusa”.

“At home in Sweden, Germany and America” è invece il titolo dell’esposizione, realizzata in Hea, l’ambiente che fino a pochi mesi fa ha ospitato Antiruggine del Violoncellista Mario Brunello, che mostra gli scatti (oltre 50) più significativi di Gerry Johansson realizzati nel corso di vent’anni di campagne fotografiche condotte in America, Svezia e Germania. Le fotografie esposte propongono una selezione accurata di paesaggi urbani che ritraggono cittadine di medie dimensioni, comparabili a molte realtà appartenenti al territorio italiano.

Nel weekend ha preso il via anche workshop, con la partecipazione di 34 fotografi, selezionati attraverso call pubblica e la campagna fotografica condotta da Guidi e Johansson che indagheranno il paesaggio delle Pedemontana Veneta, all’interno del progetto Omne, Osservatorio Mobile Nordest.

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
Mostre, conferenze e laboratori. Per un mese Castelfranco è "capitale" del paesaggio
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento