Castellana
stampa

Riapre il Bolasco: visite guidate per due weekend

Con l’arrivo della primavera, a sei mesi dall’inaugurazione avvenuta il 29 settembre, il parco di villa Revedin Bolasco apre le sue porte gratuitamente ai visitatori per due weekend. Quanto al futuro, invece, nulla è stato definito con precisione, ma dalle parole del sindaco Stefano Marcon la direzione appare chiara: l’accesso, a pagamento, sarà presidiato e le visite saranno guidate da volontari dell’associazione.

Riapre il Bolasco: visite guidate per due weekend

Con l’arrivo della primavera, a sei mesi dall’inaugurazione avvenuta il 29 settembre, il parco di villa Revedin Bolasco apre le sue porte gratuitamente ai visitatori per due weekend: il 26, 27, 28 marzo e il 23, 24 e 25 aprile. In tali occasioni si potranno apprezzare nuovamente le due torrette restaurate, la serra moresca, il laghetto, immersi nell’elegante cornice arborea del giardino. Fra le novità, lo spostamento del punto d’accesso, che non avverrà più dal Borgo Treviso ma dalla Casa degli Strepiti, per stupire il visitatore sin dall’ingresso. Ad accompagnare i turisti durante la visita, si turneranno 25 volontari: alcuni provenienti dall’associazione Bolasco Domani Onlus, fondata nel 2011 e attualmente presieduta dall’architetto Simonetta Benetollo; altri membri della protezione Civile; altri ancora sono scout.

Sui tempi lunghi trascorsi fra l’inaugurazione ufficiale e questa prima apertura, si è espresso il prof. Paolo Semenzato, docente di progettazione delle aree verdi presso l’Università di Padova e coordinatore del nuovo Centro interdipartimentale di ricerca sul restauro e la conservazione dei beni storici e degli alberi monumentali, collocato nei locali della villa e destinato a diventare punto di riferimento non solo locale ma anche internazionale per gli studi del settore. “Anche se il restauro è stato svolto esattamente nei tempi prescritti, i lavori in giardino hanno bisogno di tempo per potersi assestare. Per questa prima apertura il percorso sarà infatti limitato. D’altra parte, gli interventi svolti nel parco sono stati molto consistenti, a partire dal restauro volto alla salvaguardia nel lungo termine. Fondamentale anche il ripristino della scenografia, caratteristica fondamentale dei giardini ottocenteschi. In alcuni casi, le viste si erano chiuse per la rinnovazione spontanea della vegetazione, che in parte è stata mantenuta”.

Quanto al futuro, invece, nulla è stato definito con precisione, ma dalle parole del sindaco Stefano Marcon la direzione appare chiara: l’accesso, a pagamento, sarà presidiato e le visite saranno guidate da volontari dell’associazione. Il Bolasco, d’altra parte, è un importante bene storico, che necessita di cura e protezione. Per questo, appare opportuno stabilire un calendario ben definito, ricco di date di apertura soprattutto durante il periodo estivo.

Il prossimo passo, invece, prevede la rivisitazione della convenzione, presente fra il Comune di Castelfranco e l’Università di Padova: “Fra i nuovi vertici dell’università e la nuova amministrazione di Castelfranco si è subito creato un ottimo rapporto - afferma Marcon. - Entrambe le parti concordano che la convenzione attualmente in essere fra amministrazione e università necessiti di un tagliando. Con il prof. Patarnello abbiamo concordato di analizzare le convenzioni in essere e trovarvi un ammodernamento, tenendo in considerazione le aspettative della città”.

Nonostante la lunga attesa e le prospettive che rimangono ancora da definire, sta di fatto che Castelfranco sembra riappropriarsi, dopo lungo tempo, di quel gioiello che la può rendere ancor più preziosa agli occhi dei castellani (e non solo).

Riapre il Bolasco: visite guidate per due weekend
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento