MedioPiave
stampa

Breda: numeri in calo a scuola, una lettera aperta ai genitori

Il numero di iscritti nelle scuola sia statali che paritarie è in forte calo: il sindaco di Breda e il dirigente scolastico scrivono una lettera ai genitori del comune al fine di sollecitarli a iscrivere i propri figli nella loro realtà geografica di appartenenza.

Parole chiave: moreno rossetto (2), milena dai prà (1), scuola (567), bambini (106), breda (49), asili (71), scuole paritarie (97)
Breda: numeri in calo a scuola, una lettera aperta ai genitori

La chiusura ufficiale delle iscrizioni scolastiche è stata, in ordine di tempo, l’ultima botta che anche le tre scuole paritarie del comune di Breda hanno dovuto sostenere, con il numero di bambini paurosamente in calo. L’andamento demografico, la minor presenza di famiglie straniere e quindi di bambini e il bisogno a volte di trovare soluzioni per i genitori che lavorano fuori paese e non godono di nonni in loco hanno, per così dire, dato il colpo di grazia non solo alle scuole statali, ma soprattutto alle scuole dell’Infanzia parrocchiali la cui storia, all’interno delle comunità, si radica in tempi lontani.
Basti pensare a Pero, dove l’asilo – che così si chiamava – vanta oltre un secolo di presenza e fu pure la sede della prima scuola elementare. Ma anche Breda e Saletto raggiungono i settant’anni di attività. Un problema, quello dei nuovi iscritti, che quest’anno ha fatto muovere, con i parroci, anche il sindaco Moreno Rossetto e il dirigente scolastico Milena Dai Prà, che si sono messi attorno ad un tavolo e hanno affrontato il problema alla luce delle non certo rosee proiezioni sulle iscrizioni alle classi future. Ne è uscita una lettera, firmata a più mani, che è stata indirizzata ai genitori in questi giorni nella quale li si invita ad una scelta attenta e ponderata. “La scelta della scuola, si legge nella missiva, è sempre un evento importante nel cammino di formazione dei figli e rappresenta un momento delicato per tutta la famiglia a partire dall’impatto organizzativo. Noi ci auguriamo, si legge ancora nella lettera, che, pur nel rispetto della vostra libertà di scelta, siate orientati verso le scuole all’interno del territorio comunale di Breda che presentano un’offerta formativa valida e molteplice sia per orari che per servizi. Un invito insomma a non iscrivere i bambini residenti fuori comune cercando di mantenerli nella loro realtà geografica. Il messaggio continua poi ricordando ancora alle famiglie che garantire le iscrizioni alle scuole del proprio comune permette all’ente locale e alle parrocchie di lavorare su programmazioni e impegni la cui consistenza sarà garantita proprio grazie a uno sforzo comune. Il tutto nell’ottica di fare comunità.

Tutti i diritti riservati
Breda: numeri in calo a scuola, una lettera aperta ai genitori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento