MedioPiave
stampa

L'iniziativa: via Francigena senza barriere

Presentazione a Monastier. Sei giovani con disabilità partono il 28 maggio, percorreranno 250 chilometri in carrozzina, da Fidenza a Imola

Parole chiave: monastier (126), via francigena (2), disabilità (44), klick's on ways (1)
L'iniziativa: via Francigena senza barriere

Si chiama “Klick’s on Ways” un progetto di cui sono protagonisti sei viaggiatori a mobilità ridotta, su una carrozzina, che il 28 maggio partiranno da Fidenza, in provincia di Parma, percorrendo un totale di 250 chilometri, in 8 tappe, per arrivare il 4 giugno a Imola (Bologna), all’ospedale di Montecatone, centro di eccellenza italiano per la riabilitazione intensiva di persone colpite da lesioni midollari e cerebrali. L’obiettivo di questa prima esperienza, che ogni anno farà tappa in una regione diversa, è valorizzare il viaggio lento e portare il messaggio a persone colpite da gravi traumi che, una volta tornati alla vita, il cammino può essere un’opportunità per tutti.

Quattro dei sei protagonisti sono veneti (Michele Celebrin di Monastier di Treviso, Emanuele Cibin di Eraclea, Pietro Martire di Dolo, Manuel Giuge di Martellago); gli altri due sono Pietro Scidurlo della provincia di Varese e Ignazio Drago di Ragusa. In una tappa si aggiungerà a loro anche Marta Nocent di Cadoneghe, mamma di una splendida bambina.
Il progetto “Klick’s on Ways, che li porterà a percorrere un tratto della via Francigena e altri cammini dell’Emilia Romagna, è stato presentato martedì 17 maggio in municipio a Monastier. Con gli atleti c’erano alcuni assessori di Monastier e i sindaci delle rispettive località: Paola Moro di Monastier, Gianluigi Naletto di Dolo, Nadia Zanchin di Eraclea, Andrea Saccarola di Martellago.

Si è trattato di un momento informale, ma molto significativo, dove i partecipanti - che hanno un’età fra i 35 e i 50 anni, con disabilità diverse, congenite oppure per traumi - hanno raccontato che era da oltre due anni che lavoravano a questo progetto, non si conoscevano fra di loro, e si sono sempre tenuti in contatto tramite videochiamate, a causa dell’emergenza Covid. A metterli insieme è stata l’associazione Free Wheels, nata nel 2012 per fornire tutela e sostegno alle persone con disabilità, promuovendo l’abbattimento delle barriere fisiche e mentali. Questa esperienza di viaggio, fisica ed emotiva, la racconteranno giorno per giorno sulle pagine social di Free Wheels, “per testimoniare che la vita dona sempre nuove opportunità e nuovi modi di vedere le cose”. Nel viaggio i partecipanti utilizzeranno il dispositivo Klaxon Klick, un propulsore elettrico che si aggancia alla carrozzina, consentendo a chiunque di affrontare la stragrande maggioranza dei terreni sterrati.

Facendo loro i migliori auspici per questa esperienza, che si prospetta intensa e avventurosa, i primi cittadini li hanno ringraziati uno a uno, “in quanto siete elementi molto attivi all’interno delle nostre comunità e ci aiutate a vedere la vita con uno sguardo diverso, facendoci migliorare sul piano dell’accessibilità. Noi ci impegniamo molto sul fronte del turismo accessibile, eppure certe volte perdiamo di vista, senza volerlo, il quotidiano. Voi, con la vostra concretezza, ci riportate sulle questioni fondamentali”.
Da parte loro, gli atleti in carrozzina hanno chiesto agli amministratori di “«sfruttare» la nostra disabilità, per rendere migliori i nostri paesi. Se un marciapiede o un parcheggio è accessibile per noi in carrozzina, lo è anche per chiunque altro”.

Al rientro dal viaggio, c’è l’impegno a raccontare questa avventura alle rispettive comunità di appartenenza, probabilmente in autunno, per condividere un pezzo di strada. Significativo il motto di questa iniziativa speciale: “Non viaggiamo per fuggire dalla vita, ma perché la vita non ci sfugga”.

Tutti i diritti riservati
L'iniziativa: via Francigena senza barriere
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento