MedioPiave
stampa

Monastier: cittadinanza a Liliana Segre, coinvolto il Consiglio dei ragazzi

“Molto positivo che la mozione sia stata approvata all’unanimità, di fronte al nuovo Consiglio comunale dei ragazzi di Monastier – hanno commentato i proponenti – si tratta di un passaggio che riteniamo fondamentale per raccogliere il testimone della storia da una persona come la senatrice Segre".

Parole chiave: liliana segre (1), monastier (133), cittadinanza onoraria (2), consiglio ragazzi (2)
Monastier: cittadinanza a Liliana Segre, coinvolto il Consiglio dei ragazzi

L’Amministrazione comunale di Monastier di Treviso, come molti altri Comuni italiani, ha concesso la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, sopravvissuta all’Olocausto. La mozione, approvata all’unanimità dall’ultimo Consiglio comunale riunitosi il 20 febbraio scorso, è stata presentata dai consiglieri comunali Emanuela Lovisetto e Mauro Favaro, capigruppo rispettivamente di maggioranza e opposizione.

“Molto positivo che la mozione sia stata approvata all’unanimità, di fronte al nuovo Consiglio comunale dei ragazzi di Monastier – hanno commentato i proponenti – si tratta di un passaggio che riteniamo fondamentale per raccogliere il testimone della storia da una persona come la senatrice Segre, impegnata in un’opera infaticabile di difesa dei princìpi civili della Costituzione italiana, contrari a ogni forma di discriminazione razziale, religiosa, odio e fanatismo. Con questa azione simbolica vorremmo sostenere il ruolo degli amministratori comunali di Monastier, presenti e futuri, affinché, nell’esercizio delle proprie funzioni di mandato, raccolgano l’esempio della senatrice, facendosi «staffette» di un messaggio di dialogo e memoria, condivisione, divulgazione ed educazione, riconoscendosi nei valori della «casa comune» europea sorta dalle macerie della Seconda guerra mondiale”.

Obiettivo della cittadinanza onoraria a Segre è anche promuovere la conoscenza della storia e delle sue conseguenze, in primo luogo tra le nuove generazioni. Come ha commentato la stessa senatrice, “coltivare la memoria è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizia e sofferenze, a ricordare che ognuno di noi ha una coscienza, che può usare”.

Nel corso del Consiglio comunale dei ragazzi, la sindaca di Monastier, Paola Moro, ha letto un breve messaggio che la stessa Liliana Segre ha inviato ai ragazzi, nell’impossibilità di incontrarli.

Tutti i diritti riservati
Monastier: cittadinanza a Liliana Segre, coinvolto il Consiglio dei ragazzi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento