MedioPiave
stampa

Requiem di Fauré in memoria dei caduti del Primo conflitto mondiale

Sabato 3 novembre, il Comune di San Biagio di Callalta, in collaborazione con il locale Comitato di Gemellaggio, ricordano tutti i caduti del primo conflitto mondiale con l’esecuzione della famosa Messa da Requiem del compositore francese Gabriel Fauré.

Requiem di Fauré in memoria dei caduti del Primo conflitto mondiale

Nell’ambito delle manifestazioni celebrative del Centenario della Prima guerra mondiale, l’Amministrazione comunale di San Biagio di Callalta, il Comitato di Gemellaggio comunale e la Pro Loco propongono un concerto intitolato “Cento anni di memoria” dedicato a tutti i caduti del primo conflitto mondiale. Sabato 3 novembre, alle ore 20.30, nella chiesa di Sant’Andrea di Barbarana (TV), a pochi metri dal letto del Fiume sacro alla Patria, che pochi chilometri più a valle ha visto le sue acque arrossarsi del sangue dei caduti della Battaglia di Solstizio, verrà eseguita il Requiem in Re minore op.48 per soli, coro e orchestra del compositore francese Gabriel Fauré. Gabriel Fauré (1845-1924) compose il Requiem tra il 1886 e il 1887 in memoria del padre morto. La Messa da Requiem, divisa nelle tradizionali sezioni previste dal rito funebre (Introito e Kyrie, Offertorio, Sanctus, Pie Jesu, Agnus Dei, Libera me, In Paradisum) ebbe la sua prima esecuzione pubblica il 16 gennaio 1888 dopo la morte della madre di Fauré e rappresenta una delle pagine di più vaste dimensione orchestrale e corale realizzate dall’autore. Fauré ebbe a dire ad un giornalista riferendosi a questo Requiem: “È  stato detto che il mio Requiem non esprime il terrore della morte, qualcuno l’ha definita una ninna nanna. Così io sento la morte: una liberazione, una aspirazione alla felicità dell’aldilà, piuttosto che un passaggio doloroso”.

La musica di Fauré va oltre la morte, e l’intensa luminosità che la caratterizza vive di una serenità e leggerezza che elimina la sofferenza e la morte. Questa la ragione che ha spinto il Comitato di Gemellaggio di San Biagio di Callalta a decidere di proporre un concerto in memoria di tutti coloro che sono caduti nel primo conflitto mondiale, riconoscendo la necessità di un momento che fosse di memoria collettiva della follia e inutilità dei conflitti.

Il concerto vedrà protagonisti i musicisti della Dolomiti Symphonia Orchestra di Belluno diretta da Delio Cassetta affiancati dalla corale Polifonica Benedetto Marcello del centro Kolbe di Mestre (Alessandro Toffolo, direttore) e dall’organista Giovanni Feltrin. Le suggestive e struggenti pagine solistiche di questa Messa da Requiem saranno interpretate  dal soprano Roberta Majoni e dal baritono Paolo Bergo.

Ingresso gratuito al concerto fino ad esaurimento dei posti.

 

Requiem di Fauré in memoria dei caduti del Primo conflitto mondiale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento