Miranese
stampa

Mirano: un dono alla comunità

I giovani semnaristi del gruppo Siloe sono stati ospiti per una settimana nelle due parrocchie di Mirano

Parole chiave: Mirano (35), Siloe (1), Seminario (70)
Mirano: un dono alla comunità

Una bella ventata di aria fresca. È questa l’immagine più ricorrente nelle parrocchie di Mirano (San Michele Arcangelo e San Leopoldo Mandic) che dal 15 al 23 febbraio hanno ospitato la Comunità teologica del Seminario diocesano. Trentatré giovani seminaristi e i loro educatori hanno dato vita ad una settimana vocazionale ricchissima di appuntamenti e iniziative, che hanno rinsaldato il legame tra le comunità miranesi e il Seminario diocesano.

“Richiamando l’incontro di Gesù con Nicodemo nel vangelo di Giovanni - commenta il parroco di San Michele mons. Lino Regazzo -, la presenza dei seminaristi nel tessuto delle nostre parrocchie è stata una ventata di primavera. In particolare le famiglie che li hanno ospitati, o anche semplicemente accolti per una cena, si sono trovate davanti giovani con un chiaro progetto di vita. Ragazzi in cui l’ideale del sacerdozio non ha spento nulla di quello che un giovane a quell’età sente. Anzi  hanno reso visibile quanto questo ideale illumina la loro gioia di vivere, di amare e di servire. Il “farsi prete” ha donato loro ancor più vita e voglia di donarla in abbondanza”. “In una società come la nostra - sottolinea un malato che ha ricevuto la visita di due seminaristi -, satura di esempi negativi e modelli sbagliati, riempiono il cuore queste vocazioni sincere di giovani che saranno guida ed esempio per le generazioni future”.

“La loro presenza - prosegue mons. Regazzo - ci ha aiutato ad elevare il livello della nostra relazione con Dio. Al di l dei vari impegni e incontri, tutte le giornate sono state scandite dalla preghiera, dalla preghiera del mattino con i ragazzi delle scuole alla messa vespertina. Le nostre chiese hanno respirato un’aria quasi monasteriale, con momenti di raccoglimento e partecipazione in cui il Signore è stato adorato in modo pieno”.

La sfida più grossa è stata probabilmente l’incontro con i giovani: in questo senso il successo del forum organizzato presso la biblioteca è segno che la brezza  della settimana vocazionale è arrivata anche a loro. “È stato bello - sottolinea mons. Regazzo - vedere i seminaristi non tirarsi indietro difronte alle sfide e ai problemi incontrati. Hanno ascoltato, discusso e seminato con chiarezza il loro pensiero, con la forza del lieto messaggio del Vangelo e la voglia di scommettersi con più coraggio per esso”.

Ma, anche al di là degli incontri organizzati, le due comunità parrocchiali miranese hanno saputo dare una bella risposta in termini di accoglienza: da chi ha ospitato i seminaristi in casa propria ai volontari che si sono dati da fare per preparare colazioni e pranzi, con i seminaristi si è stabilito un contatto umano che certamente farà sentire più vicino l’intero Seminario.

Come commenta una delle famiglie ospitanti “è stata una settimana ricca di testimonianze, di interrogativi, di bellezza e grazia, avendo visto come questi futuri sacerdoti della nostra Diocesi e i loro educatori hanno incontrato bambini, ragazzi, adulti, anziani, ammalati. Insieme a loro e per loro abbiamo cantato, lodato e pregato il Signore, che li renda forti e li sostenga nel loro cammino, e perché renda fertile il terreno e nuovi germogli possano nascere. Continueremo a farlo, perché parte di una Chiesa viva, che si sostiene e si incoraggia reciprocamente, portando nel nostro cuore tutto ciò che di bello abbiamo vissuto. Un grazie davvero grande ai nostri sacerdoti per aver fatto questo “regalo” alle nostre comunità”.

Mirano: un dono alla comunità
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento