Miranese
stampa

Spinea: alla scoperta dello scoutismo

Progetto con i bambini delle Case Nazareth della parrocchia di Santa Bertilla grazie al gruppo Agesci 1

Parole chiave: case nazareth (1), scout (73), scoutismo (2), spinea (48), agesci (45), bambini (75)
Scout in tenda

“Quest’estate cinque intraprendenti ragazze dai 17 ai 19 anni, Anuradha, Benedetta, Elisa, Gaia e Vittoria, hanno svolto un bellissimo servizio con i bambini delle Case Nazareth nella parrocchia di santa Bertilla. La loro disponibilità e il loro entusiasmo a stare con i bambini sono stati fondamentali per costruire dei bellissimi legami. Sono infatti riuscite a entrare subito nei loro cuori e con il loro modo spontaneo e sincero sono riuscite a conquistare anche i caratteri più duri e taciturni”.

E’ entusiasta di questa esperienza Maria Rosa Cellini, presidente dell’associazione “Volontari del fanciullo” che gestisce cinque spazi ricreativi denominati “Case Nazareth” a Spinea, Chirignago e Marghera, dove vengono accolti al pomeriggio bambini da sostenere dal punto di vista educativo e affettivo.

“Ringraziamo con tutto il cuore il gruppo scout Agesci 1 di Spinea e in particolare la branca del noviziato e del clan per la disponibilità e il servizio reso ai bambini. La collaborazione con le realtà e i gruppi del territorio per noi sono molto importanti. Per questa attività - continua la presidente - nel campo da calcio della parrocchia i bambini hanno potuto scoprire lo scoutismo trasformandosi in Giovani Marmotte.

Hanno così visto e imparato come si fanno i nodi, come si veste uno scout e cosa porta dentro lo zaino quando va in uscita, come si monta una tenda, cosa si prova a dormire dentro a un sacco a pelo e tante altre cose per loro tutte nuove”.

La presidente ringrazia anche il parroco uscente don Marcello Miele e il Consiglio pastorale della parrocchia di Santa Bertilla perché “ci hanno offerto uno spazio dove aprire Casa Nazareth Sorriso dallo scorso maggio. Li ringraziamo con tutto il cuore perché potremo continuare la nostra opera a favore dell’infanzia almeno fino alla prossima estate”.

Una storia che parte da lontano quella dell’associazione “Volontari del fanciullo”, fondata da suor Licia Farinelli nel 1990 (oggi in quiescenza nella Casa San Giuseppe a Spinea) per dare una risposta concreta ai bisogni di un’infanzia fragile.

L’associazione è una delle tre opere sociali della Congregazione delle Figlie di San Giuseppe del Beato don Luigi Caburlotto di Venezia. E’ costituita da circa una settantina di volontari dai 20 ai 75 anni, da quattro educatrici e una coordinatrice educativa.

I bambini accolti, provenienti dal territorio, sono una cinquantina. “I volontari per fare servizio con i bambini, seguono una formazione continua e permanente - conclude la presidente Cellini - e ha lo scopo di promuovere la loro crescita integrale e acquisire il carisma spirituale ed educativo di don Luigi Caburlotto, nonché vivere esperienze di vita comunitaria attraverso incontri settimanali”.

Un nuovo corso di formazione E' iniziato nelle scorse settimane. Per informazioni su come diventare volontari, oppure per sostenere l’associazione con donazioni, collegarsi sito internet www.volontaridelfanciullo.it.

Tutti i diritti riservati
Spinea: alla scoperta dello scoutismo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento