Moglianese
stampa

A Mogliano si inaugura il Mogart: una prestigiosa collezione d'arte permamente

Domenica 2 dicembre apre al pubblico la nuova esposizione di oltre 40 dipinti. In occasione della giornata inaugurale l’ingresso sarà libero. Quello che accoglierà i visitatori è un viaggio tra XV e XX secolo tra lavori di Bergognone, Romanino, Pietro della Vecchia, Veronese e Tintoretto, Telemaco Signorini, Emile Bernard e Arturo Martini.

Parole chiave: mogart (1), mogliano (78), arte (62), tintoretto (3), veronese (4)
A Mogliano si inaugura il Mogart: una prestigiosa collezione d'arte permamente

La Città di Mogliano Veneto arricchisce la sua offerta culturale con un eccezionale patrimonio d’arte. Grazie al generoso comodato gratuito, di almeno sette anni, dell’architetto Giuseppe Alessandra, oltre 40 dipinti dal XV al XX secolo della sua prestigiosa collezione saranno esposti in un curato allestimento negli Spazi rinnovati del Brolo.

Nasce così il Mogart - Arte a Mogliano, che sarà inaugurato domenica 2 dicembre alle ore 12.00.

Un’occasione importante per la città, promossa e organizzata dall’Amministrazione comunale, con Villaggio Globale International.

“Ospitare una pinacoteca con una prestigiosa collezione e dare nuova vita agli Spazi del Brolo con l’apertura del Mogart è l’opportunità che siamo onorati e lieti di offrire alla Città, grazie alla generosità del nostro concittadino Giuseppe Alessandra. Un’opportunità che abbiamo accolto con entusiasmo e resa possibile anche con la collaborazione di Villaggio Globale International.

Le quaranta opere importantissime in esposizione e la gestione affidata a Coopculture, operatore culturale di consolidata esperienza, ci fanno ben sperare che il Mogart possa avviare la sua affermazione nel panorama culturale nazionale diventando un polo di interesse per amanti dell’arte, anche da fuori regione. Altrettanto, siamo certi possa attrarre i numerosi turisti che gravitano nell’area veneziana o visitatori che possano semplicemente avere un motivo in più per venire a Mogliano”, dichiarano il Sindaco di Mogliano Veneto, Carola Arena, e l’Assessore alla cultura, Ferdinando Minello.

Giuseppe Alessandra, moglianese di nascita, amico ed estimatore del grande storico dell’arte anconetano Pietro Zampetti, in sessant’anni di appassionato collezionismo ha ritrovato sul mercato antiquario opere di grande interesse e valore, riuscendo a dar vita a una sorprendente e ampia collezione d’arte, aiutato, nelle scelte e nelle identificazioni, dallo stesso Zampetti e da altri importanti storici dell’arte.

Sostenitore convinto della necessità che i beni culturali debbano essere patrimonio di tutti, ha dunque accolto con entusiasmo  l’idea di una pinacoteca pubblica proprio nella sua città natale.

Quello che accoglierà i visitatori del Mogart è un viaggio tra XV e XX secolo tra lavori di Bergognone, Romanino, Pietro della Vecchia, Veronese e Tintoretto, fino ai ritratti di Telemaco Signorini, di Emile Bernard e a una natura morta del '46 del grande Arturo Martini. Il percorso espositivo, curato da Ettore Merkel, Direttore della pinacoteca, si adatta alle tre sale espositive del Mogart, suddividendo i dipinti in tre settori. Nelle opere proposte prevale nettamente il genere della ritrattistica, che offre l’opportunità di un’indagine di costume di notevole interesse. Al piano terra è allestita la pittura Otto e Novecentesca veneziana e veneta, contrapposta ad alcuni esempi di Scuola toscana e francese.  Nelle due sale superiori, invece, si mostrano i dipinti rinascimentali, manieristi e barocchi di ambito soprattutto veneziano e veneto, a confronto con alcuni quadri coevi di area lombarda e toscana. “Mogart è un tassello rilevante nella riqualificazione del centro storico e nel piano di rivitalizzazione della città, con l’obiettivo di costituire un volano che porti beneficio a tutte le attività cittadine.

In occasione della giornata inaugurale l’ingresso sarà libero, con la possibilità di accedere a visite guidate alle ore 15.00 e alle ore 17.00, per gruppi di massimo 30 persone. Gli Spazi del Brolo chiuderanno alle ore 18.00.

Domenica 2 dicembre il centro cittadino sarà animato da  due cicli di spettacoli, a cura di Arteven,  che si alterneranno ad accompagnare l’evento dell’inaugurazione, con un percorso tra Piazza Caduti e gli Spazi del Brolo, in via Rozone e Vitale, a pochi passi dall’Abbazia Benedettina.

Fonte: Comunicato stampa
A Mogliano si inaugura il Mogart: una prestigiosa collezione d'arte permamente
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento