Moglianese
stampa

Casale, è tempo di "Ponti sociali"

Iniziativa del Comune, che si pone come "cabina di regia". Il progetto vuole essere uno degli strumenti per superare le tante difficoltà che stanno emergendo oggi, mettendo insieme vari soggetti, come spiega l'assessore Celestina Segato 

Casale, è tempo di "Ponti sociali"

In questo tempo di pandemia il Comune di Casale sul Sile ha lanciato un nuovo progetto dal titolo “Ponti sociali”. “Il Comune, insieme con il Laboratorio tematico del senso civico - ci dice l’assessore alle Politiche sociali e Scuola Celestina Segato - ha lanciato questo progetto che è un tavolo di confronto tra l’Amministrazione e tutti gli altri protagonisti della vita della comunità, come le realtà sociali e ricreative, culturali, sportive, quelle di categoria, le parrocchie, i laboratori di cittadinanza. E’ volto a creare una cabina di regia, per realizzare delle azioni comuni, che facciano rinascere nei cittadini l’affezione per il proprio paese, la terra e la sua gente, nonché la voglia di partecipare ad attività sociali e solidali con il solo scopo di farne parte e per il piacere di farlo”.

Questo Laboratorio, inoltre, si propone di risvegliare il senso di responsabilità che si traduce nel rispetto delle regole, dell’ambiente, degli altri e dei beni comuni. “Il progetto Ponti sociali - continua Segato - vuole promuovere anche la salute, attraverso azioni finalizzate a sensibilizzare la comunità al sostegno reciproco, non solo attraverso la relazione interpersonale, ma anche attraverso messaggi comunicativi che promuovano le risorse della persona. Il progetto nasce dalla forte spinta degli eventi causati dallo scenario pandemico che ha generato in tutti noi la percezione di essere più fragili; Ponti sociali vuole essere uno degli strumenti per superare le tante difficoltà che stanno emergendo oggi.

La prima necessità è stata quella di «fotografare» come le persone adulte di Casale sul Sile vivono questo periodo e l’abbiamo fatto attraverso un sondaggio che raccoglie i loro pensieri e gli stati d’animo. Tutti i dati raccolti verranno suddivisi in due gruppi dove verranno riunite le risposte riconducibili all’ambito delle risorse e degli atteggiamenti proattivi che i cittadini stanno mettendo in campo per gestire la crisi del momento. Questo prezioso materiale verrà utilizzato in una campagna di sensibilizzazione agli atteggiamenti proattivi attraverso dei totem. Un’altra fase del progetto utilizzerà i dati raccolti allo scopo di promuovere e organizzare dei gruppi di auto-mutuo-aiuto. Il sondaggio in circolazione - conclude l’assessore - può essere compilato sia in forma on-line che in quella cartacea per tutto il mese di marzo, è anonimo ed è rivolto alle persone maggiorenni di tutto il territorio casalese”.

Tutti i diritti riservati
Casale, è tempo di "Ponti sociali"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento