Moglianese
stampa

Il Vescovo a Mogliano: Siate come lievito nella pasta

Con l’assemblea di sabato 8 marzo si è conclusa la Visita pastorale del Vescovo Gianfranco Agostino al Vicariato di Mogliano. Due settimane intense, ma che sono state un dono reciproco fra i fedeli e il pastore della Chiesa trevigiana.

Parole chiave: #gardinvisita (3), vescovo gardin (186), gardin (191), visita pastorale (40), mogliano (90)
Il Vescovo a Mogliano: Siate come lievito nella pasta

Con l’assemblea di sabato 8 marzo si è conclusa la Visita pastorale del Vescovo Gianfranco Agostino al Vicariato di Mogliano. Due settimane intense, ma che sono state un dono reciproco fra i fedeli e il pastore della Chiesa trevigiana. Numerosi gli appuntamenti con le varie realtà, le associazioni e i laici che animano la vita delle comunità moglianesi che si stanno preparando al meglio all’inizio delle Collaborazioni pastorali.
Occasioni di confronto e di crescita per tutto il territorio, come ha sottolineato proprio il Vescovo durante il discorso conclusivo: “La comunità cristiana qui a Mogliano con le sue parrocchie è stata un soggetto attivo, fondamentale per non disperdere i valori umani e spirituali che da secoli ci guidano. Ed è per questo che non si può separare la storia del territorio da quella delle parrocchie, che devono essere come il lievito nella pasta raccontato nel Vangelo”.
L’assemblea conclusiva è stata l’occasione per fare però il punto della situazione ed entrare così in maniera più profonda nel clima delle collaborazioni, definite “non un fatto puramente organizzativo” ha sottolineato il Vescovo. “Le collaborazioni non sono frutto di un’ingegneria ecclesiastica, ma sono lo spunto per dare nuova linfa al principio della comunione fra di noi”. Specialmente nel contesto attuale in cui la carenza di vocazioni si evolve da un problema “vocazionale” a uno gestionale con parroci costretti a gestire più parrocchie.
Nella sua visita alle varie parrocchie, il Vescovo ha potuto constatare di persona però anche le tante ricchezze delle comunità moglianesi, caratterizzate da una catechesi che conta quasi 1200 ragazzi e 140 catechiste, ma anche su progetti di carità ben strutturati, senza dimenticare la presenza di realtà giovanili importanti come gli Scout con quasi 400 giovani e bambini coinvolti.  
“Non posso che esprimere il mio ringraziamento al Vescovo per questa visita” ha commentato don Samuele Facci, parroco di Santa Maria Assunta e San Marco. “Ho avuto un’impressione molto positiva, sia per quanto riguarda la partecipazione da parte dei fedeli, sia per l’interesse rivolto all’argomento delle collaborazioni. Un interesse non puramente tecnico, ma più finemente evangelico. E in questo contesto mi è piaciuto molto l’atteggiamento del nostro Vescovo, aperto al dialogo e al confronto, ma soprattutto all’incontro con le persone, quasi volendo imprimere nella sua memoria le facce dei fedeli che lui stesso chiedeva di incontrare. Ho percepito in maniera forte il suo invito a diventare adulti insieme, assumendosi collegialmente ognuno le proprie responsabilità. L’ho sentito come un incoraggiamento da parte di una figura paterna che ci vuole accompagnare in questo cammino di fede e di comunione”. Insomma, una Visita pastorale che è stata un’occasione di crescita e di festa per le comunità, ma anche per il loro Pastore.

Il Vescovo a Mogliano: Siate come lievito nella pasta
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento