Moglianese
stampa

Mogliano è Teatro

Al Cinema Teatro Busan di Mogliano, Giuseppe Emiliani, Direttore Artistico del Teatro, ha presentato il programma della Stagione Teatrale 2016-2017. La presentazione è stata introdotta da don Elio Girotto, responsabile del Cinema Teatro Busan, e da Ferdinando Minello, assessore alla Cultura del Comune di Mogliano Veneto.

Parole chiave: cinema teatro busan (2), mogliano (78)
Mogliano è Teatro

“Dopo due stagioni di grande successo – ha ricordato Giuseppe Emiliani –anche la stagione di prosa 2016-17 è stata allestita pensando a garantire l’alta qualità che il pubblico è ormai abituato ad aspettarsi a Mogliano Veneto. Il risultato è un cartellone ricco di stimoli e suggestioni in cui spiccano grandi protagonisti del teatro italiano, ma anche una nuova generazione di attori e attrici di solido successo”.
 
Il Teatro Busan vedrà infatti alternarsi sul suo palcoscenico spettacoli di prosa, opere di teatro musicale, clownerie, spettacoli di intrattenimento ma anche di attualità e di impegno civile. Si inizia il 28 ottobre con Enzo Iacchetti, protagonista di La storia di un ragazzo che voleva volare in alto anche se soffriva di vertigini; il 25 novembre Marta Cuscunà con La semplicità ingannata racconta l’avvincente storia di un convento “di protesta” del 1500; il 16 dicembre Antonio Salines e Marianella Bargilli porteranno sulla scena quella che forse è l’opera più rappresentativa di Charlie Chapin, Luci della ribalta. Il 2017 si apre il 27 gennaio, giorno della memoria, con Alessandro Albertin nei panni dell’eroe civile Giorgio Perlasca in Il coraggio di dire no, mentre il 17 febbraio è il turno di Moni Ovadia ne Il casellante, spettacolo “struggentemente divertente” tratto da un racconto di Andrea Camilleri. Il 24 marzo vede il ritorno di Giuliana Musso, già al Busan nella passata stagione, con Mio eroe, il racconto intenso della madre di un soldato morto in guerra, mentre il 21 aprile appuntamento con una produzione del Teatro Busan diretta proprio da Emiliani: Dal buio un grido (Aldo Moro come Antigone), un recital-spettacolo con Giancarlo Previati, Francesco Wolf e Margherita Mannino che rilegge una delle pagine più nere della storia italiana. Chiude la rassegna il 5 maggio Questa sera grande spettacolo! In cui il mago Bustric, attore, mimo, illusionista, clown e artigiano, conduce il pubblico in un viaggio sorprendente. Appuntamento fuori abbonamento il 12 maggio con la produzione di Tema Cultura Sogno di una notte di mezza estate

Fonte: Comunicato stampa
Mogliano è Teatro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento