Moglianese
stampa

Mogliano: l'azzardo fuori dal centro

Il Consiglio comunale ha un regolamento per la limitazione dei giochi con vincite in denaro: è il primo Comune in Italia a dotarsi di questo strumento normativo.

Parole chiave: mogliano (78), azzardo (28), gioco d'azzardo (28), ludopatia (30)
Mogliano: l'azzardo fuori dal centro

Il Consiglio comunale di Mogliano Veneto ha un regolamento per la limitazione dei giochi con vincite in denaro: è il primo Comune in Italia a dotarsi di questo strumento normativo. Il Consiglio, infatti, ha approvato il regolamento attraverso il quale normare la dislocazione di sale giochi, sale scommesse e apparecchiature che prevedano vincite in denaro. Un passaggio, questo, che colloca la Città all’avanguardia nel panorama nazionale poiché Mogliano è il primo comune a dotarsi di un vero regolamento e non di semplici ordinanze del Sindaco. “L’intento della nostra Amministrazione – ha spiegato il primo cittadino, Carola Arena, illustrando la scelta – non vuole essere quello di reprimere semplicemente un fenomeno che, purtroppo, sta producendo non pochi contraccolpi sociali, ma di costruire un contesto che, anche da questo punto di vista, contenga i valori forti della nostra comunità.

Mogliano, infatti, è una Città che vuole crescere e intende consentire a tutti di trovare proprio qui le giuste condizioni di vita sapendo di poter contare su risposte efficaci e su regole certe, capaci di mettere al riparo, anche i più giovani, da situazioni sgradevoli o di devianza”. Nello specifico, il regolamento fissa le caratteristiche che devono avere i locali all’interno dei quali aprire nuove sale gioco, anche nel caso in cui l’autorizzazione sia di competenza della Questura. Inoltre, sono stati individuati i cosiddetti “siti sensibili” – come ad esempio le scuole, le palestre, sedi associative, luoghi di culto – nelle vicinanze dei quali non possono essere aperte sale scommesse, sale giochi o installati apparecchi dentro altre attività commerciali. In questo senso, per sottrazione, le uniche due aree nelle quali il regolamento prevede che sarà possibile aprire questo tipo di attività sono le zone industriali Spz e parte dell’ex Sapim.

“La nostra Amministrazione – aggiunge il Sindaco – intende guardare al futuro con determinazione: in questo senso siamo convinti che sia per motivi sociali sia per una riqualificazione complessiva, anche commerciale, del nostro territorio, questo tipo di attività non possa trovare spazio nei centri. Siamo certi che una Città come la nostra abbia il dovere di investire in termini di qualità, rilancio, valori e sicurezza: tutti fattori determinanti per crescere sia come comunità sia in termini di attrattività, quindi sviluppo e benessere collettivo”.

Mogliano: l'azzardo fuori dal centro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento