Moglianese
stampa

Silea: donata al Comune l'isola del morto a Sant'Elena

Il Comune di Silea è diventato proprietario dell’isola che si trova di fronte alla chiesa di Sant’Elena, a seguito della donazione del proprietario Luigi Bellio, noto imprenditore del settore agroalimentare residente a Cendon di Silea, che ha voluto regalare l’isolotto alla comunità.

Parole chiave: silea (50), sile (107), turismo (112)
Silea: donata al Comune l'isola del morto a Sant'Elena

Il Comune di Silea è diventato proprietario dell’isola che si trova di fronte alla chiesa di Sant’Elena, a seguito della donazione del proprietario Luigi Bellio, noto imprenditore del settore agroalimentare residente a Cendon di Silea, che ha voluto regalare l’isolotto alla comunità affinché tutti possano usufruire di questo angolo verde. L’«isola del morto», così è comunemente chiamata, è sorta a seguito di una variazione artificiale del corso del fiume Sile, cioè un taglio che ha fatto diventare il vecchio letto del Sile un ramo “morto” circondando l’isola.
Il sindaco di Silea Silvano Piazza, nel ringraziare il donatore, ha affermato che l’intenzione della sua Amministrazione è quella di sfruttare questo terreno per scopi turistici, trasformandolo in un’oasi naturalistica. Nei programmi dell’Amministrazione comunale c’è anche la realizzazione di un porticciolo, la costruzione di una passerella tra la piazza comunale Duca d’Aosta e l’isola. Lo scopo è quello di rendere fruibile l’area verde a tutti, rendendola raggiungibile sia a piedi che in bicicletta, da house boat e da barchini elettrici, nell’ottica di incentivare la mobilità lenta, come già fatto con le numerose piste ciclabili costruite nel Comune.

Tutti i diritti riservati
Silea: donata al Comune l'isola del morto a Sant'Elena
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento