Montebellunese
stampa

Festa del borlotto nano a Covolo

La produzione del fagiolo borlotto Levada è stata bruscamente dimezzata, e ora non c'è più abbastanza raccolto per tutti i visitatori che abitualmente acquistano questo prodotto della Pedemontana trevigiana. Per valorizzare questo legume,il Comune, la Pro loco e la Confraternita del fagiolo, da 23 anni, promuovono la Festa.

Parole chiave: borlotto nano (2), festa (119)
Festa del borlotto nano a Covolo

Le piogge frequenti e abbondanti nel mese di maggio e poi le elevate temperature estive hanno frenato bruscamente la produzione del fagiolo borlotto Levada, che ha cominciato a essere raccolto solo nella prima parte del mese di agosto.
Di conseguenza la produzione 2019 di questo prelibato e ricercato prodotto agricolo di nicchia è praticamente dimezzata. Così se da un lato la richiesta sul mercato è tanta, l’offerta è invece scarsa. Questo spiega perché i fagioli freschi hanno toccato anche la cifra di 6 euro al chilo. E anche ora siamo su valori decisamente più alti dell’annata precedente.  
Proprio per la scarsità del prodotto i soci della Confraternita del borlotto Levada non riescono ad accontentare i clienti, che sono sempre più attratti da questo legume della Pedemontana trevigiana. “Adesso è anche in corso la Festa del fagiolo - spiega qualche contadino -, ma non abbiamo una quantità di raccolto sufficiente per soddisfare tutti i visitatori. L’unica speranza è che il tempo faccia meno capricci e che, quindi, nel giro di tre domeniche la produzione aumenti”.
Infatti, nei campi sta maturando la seconda raccolta, ma sarà a pieno regime solo verso la fine di settembre. E non sempre si trova purtroppo la manodopera per raccogliere i legumi. Del resto è evidente che, negli ultimi anni, la politica a favore del Prosecco ha contribuito a sviluppare la monocoltura del vigneto a scapito delle stalle, dei cereali e dei legumi, che hanno ricavi ben inferiori dal vino. Per valorizzare questo prodotto della terra, che rientra tra le delizie d’autunno, Comune, Pro loco e la Confraternita del fagiolo, da 23 anni, promuovono la Festa del borlotto nano Levada a Covolo di Pederobba, un legume che si consumava giornalmente tra le tavole dei nostri nonni con caldi minestroni o come contorno condito con sedano e cipolla. La mostra vuole valorizzare la bontà di questo “frutto” della terra proponendolo cucinato in diversi modi e promuovendo spettacoli, passeggiate, biciclettate, momenti di incontro e di socializzazione. Faranno, poi, da corollario all’evento il mercatino dei prodotti artigianali e una mostra fotografica sulla Via dei mulini: canali e rogge lungo il Piave tra Covolo e Pederobba. Inoltre, per capire quale futuro dare al fagiolo, è stato organizzato un convegno, in calendario il 13 settembre, nel tendone dove si svolge la manifestazione.

Fonte: Comunicato stampa
Tutti i diritti riservati
Festa del borlotto nano a Covolo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento