Montebellunese
stampa

Montebelluna, casa Umberto I: posata la prima pietra della nuova ala

Una tappa importante, per un’opera che prevede una serie di interventi: l’edificazione di una nuova ala che ospiterà due nuclei residenziali, la riqualificazione dello spazio esterno a verde, a parcheggio ed opere complementari. Una volta completate queste attività verrà abbattuta l’ala vetusta, conseguendo un’importante azione di miglioramento strutturale interno ed esterno per l’intero complesso.

Parole chiave: montebelluna (225), casa di riposo (38), casa di riposo umberto I (2)
Montebelluna, casa Umberto I: posata la prima pietra della nuova ala

L’atteso giorno è arrivato. E’ stata posata oggi la prima pietra che segna simbolicamente l’avvio del cantiere per la realizzazione della nuova ala della Casa di riposo Umberto I di Montebelluna.

Una tappa importante, per un’opera che prevede una serie di interventi: l’edificazione di una nuova ala che ospiterà due nuclei residenziali, la riqualificazione dello spazio esterno a verde, a parcheggio ed opere complementari. Una volta completate queste attività verrà abbattuta l’ala vetusta, conseguendo un’importante azione di miglioramento strutturale interno ed esterno per l’intero complesso. Un’operazione resa possibile grazie al costante e puntuale dialogo tra il Comune di Montebelluna e la Casa di Riposo Umberto I, rappresentati dal sindaco Marzio Favero e dal Presidente del CdA, dott. Giovanni Gasparetto.

Fondamentale fu infatti il contributo del Comune nel portare avanti l'operazione e della Provincia di Treviso che aveva fin da subito – nel 2016 quando l’accordo era stata raggiunto - messo a disposizione la Stazione unica appaltante, per la prima volta impegnata a gestire una gara di un'IPAB, dopo l'importante convenzione con molti Comuni della Provincia di Treviso, tra cui anche Montebelluna.

All’epoca il Cda della Casa di riposo, in accordo con il Comune e con il supporto della Provincia di Treviso, aveva prima ottenuto un finanziamento di 5 milioni di euro dalla Regione, e poi acquisito il villaggio protetto dall’Ater di Treviso e le aree pertinenziali di proprietà del Comune ed il sedime della nuova ala allora di proprietà dell’Ulss.

I lavori saranno svolti dall’impresa I.TEC. Costruzioni Generali srl di Villa del Conte (PD), facente parte del Consorzio Stabile Pedron, conosciuto per aver realizzato numerose opere nel settore degli interventi pubblici, del residenziale alberghiero, del sanitario ospedaliero e per le esperienze nello specifico settore della residenzialità socio-sanitaria per gli anziani auto e non autosufficienti.

La ditta avrà 600 giorni di calendario per edificare la nuova ala e renderla agibile ed altri 120 giorni per abbattere l'ala vetusta e realizzare al suo posto un altro parcheggio e piccole opere complementari.

Erano presenti alla semplice cerimonia, il Presidente del Consiglio di Amministrazione, Giovanni Gasparetto, il direttore, Marco Giacon, il sindaco di Montebelluna, il direttore del distretto, dott. Simone Tasso, il Prevosto Monsignor Antonio Genovese.

in rappresentanza del mondo del volontariato (Auser, AVO e Associazione Amici della Casa di Riposo di Montebelluna) è intervenuto Geminiano Nardi, presidente dell’Associazione Amici della Casa di Riposo di Montebelluna. In rappresentanza dei dipendenti, è intervenuta Carmela Zollo, responsabile del Nucleo “Girasole”, ed in rappresentanza dei Residenti, Arduino Bernardi.

Montebelluna, casa Umberto I: posata la prima pietra della nuova ala
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento