Montebellunese
stampa

Montebelluna: un altro passo importante per il riordino delle sedi scolastiche superiori

Sarà aggiornata la convenzione tra Provincia e Comune rispetto alla sistemazione dell'ex liceo Levi e della futura sede dell'Ipsia. Data la miglior condizione strutturale dell'ex liceo Levi, si ritiene preferibile conservarla come sede scolastica e di provvedere alla successiva alienazione dell'Ipsia.

Parole chiave: riordino sedi (1), montebelluna (190), liceo levi (7), ipsia (8)
Montebelluna: un altro passo importante per il riordino delle sedi scolastiche superiori

Passo importante per la definizione degli spazi per l'offerta scolastica in città. Il presidente della Provincia, Stefano Marcon, si è incontrato martedì 30 maggio in municipio a Montebelluna con il sindaco, Marzio Favero, e le rispettive parti tecniche, il direttore generale della Provincia, Carlo Rapicavoli, direttore del settore Edilizia patrimonio e stazione appaltante della Provincia, Antonio Zonta, il segretario comunale di Montebelluna, Ivano Cescon, ed il dirigente del settore Governo e Gestione del territorio, Roberto Bonaventura.

Durante l'incontro si è convenuto sull'opportunità di rivedere la convenzione in essere per quanto riguarda il rapporto tra Provincia e Comune rispetto alla sistemazione dell'ex liceo Levi e della futura sede dell'Ipsia.

Le parti hanno concordato che è opportuno provvedere ad un'inversione nella scelta delle sedi da sistemare e vendere. Infatti, poiché l'ex liceo Levi in via Biagi è preso in condizioni strutturali migliori rispetto alla sede dell'Ipsia, è ottimamente servito in termini di trasporti essendo vicino alle stazioni dei treni e degli autobus, e gode della vicinanza della palestra Frassetto e degli impianti sportivi comunali, si ritiene preferibile conservarla come sede scolastica e di provvedere alla successiva alienazione dell'Ipsia quando si creeranno le condizioni per sistemare il Levi. La sede dell'Ipsia, peraltro, è inserita in un contesto urbano e residenziale e quindi più appetibile dal punto di vista immobiliare.

Resta confermato l'impegno del Comune assunto con la convenzione del 2006 di riconoscere alla Provincia 1.5 milioni di euro e si intende procedere assieme nella fase progettazione dell'intervento sull'ex Levi e alla richiesta di finanziamenti perchè, stante il contesto generale di crisi di finanza per gli enti Provincia e Comune, diventa fondamentale accedere a finanziamenti di livello superiore.

Ora vi è tutta una serie di aspetti tecnici che saranno oggetto di approfondimento e affinamento nelle prossime settimane per procedere con l'aggiornamento della convenzione.

Commenta il sindaco, Marzio Favero: “Oggi è stato fatto un altro passo in avanti per il riordino delle sedi scolastiche a Montebelluna. Il dialogo leale e costruttivo con il presidente della Provincia Stefano Marcon, ci porta a disegnare uno scenario credibile e strategico per l'offerta formativa professionale in città. In questo periodo di vacche magre per la finanza pubblica, questo accordo di grande buon senso, ci consentirà di lavorare assieme alla ricerca di finanziamenti per condurre in porto l'operazione”.

Il Presidente della Provincia, Stefano Marcon, commenta positivamente l’incontro di oggi: “Apprezzo l’impegno del Comune di riconoscere alla Provincia l’importo previsto di euro 1.500.000,00. Il nostro lavoro congiunto è finalizzato a ricercare adeguati finanziamenti per l’intervento condiviso di ristrutturazione dell’edificio scolastico da destinare a sede dell’Ipsia o ad altri indirizzi scolastici coerenti con la riorganizzazione e il dimensionamento scolastico provinciale“.

Fonte: Comunicato stampa
Montebelluna: un altro passo importante per il riordino delle sedi scolastiche superiori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento