Montebellunese
stampa

Scuole montebellunesi protagonoste: un premio per il Levi, progetto con l'estero per l'Einaudi-Scarpa

Due studenti e un docente ritireranno il prossimo 4 dicembre a Roma il premio conquistato dai 20 allievi della I classico A del Levi per la realizzazione del miglior calendario dedicato al fair play nello sport e alla cultura della cittadinanza

Parole chiave: istituto einaudi scarpa (2), estero (1), scuola (373), studenti (41)
Studentesse e docenti del liceo Levi

La classe I Classico A del Liceo Levi (a.s. 2013-14) vince il premio per il miglior calendario dedicato al fair play nello sport, concorso organizzato dalla Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport nell’ambito dell’iniziativa “Quotidiano in classe”, progetto che ogni anno coinvolge centinaia di scuole in Italia. Il concorso è intitolato “La cultura dello sport: imparare, pensare, vivere SportivaMente” in collaborazione con l’Osservatorio giovani editori e la Fondazione Sicilia, quella del 2013-2014 è la settima edizione e ha trovato grande interesse tra i giovani. Così è accaduto anche nella I classico A del Liceo Levi, dove gran parte degli studenti pratica uno sport, dall’atletica alla pallavolo, dal calcio al motocross, una classe che ha saputo collegare gli studi umanistici, la conoscenza di diversi testi dedicati allo sport, con immagini fresche e autentiche della pratica sportiva. Ogni immagine ospitata dal calendario ritrae alcuni allievi o comunque esperienze legate allo sport praticato e vissuto in prima persona.

Particolarmente gradita questa impostazione alla giuria che ha assegnato il premio nazionale alla I classico A (diventata quest’anno la II classico A), composta da 20 allievi, 7 maschi e 13 femmine, e così il prossimo 4 dicembre una delegazioni, composta da un docente e due allievi, in rappresentanza dell’intera classe, si recherà a Roma, all’Hotel Una, per ritirare il premio. La premiazione avverrà durante la Giornata Nazionale di Premiazione dei Concorsi promossi dall’Osservatorio Permanente Giovani-Editori, nell’ambito del progetto “Il Quotidiano in Classe”.

Soddisfazione esprime anche il preside ingegner Ezio Toffano che vede ancora una volta il suo liceo collocarsi fra le  eccellenze nazionali. “Non posso non dirmi soddisfatto, io amo leggere  i quotidiani tanto che la scuola, a proprie spese, mette a disposizione una serie di abbonamenti a varie testate consultabili da docenti e studenti. Come più volte mi hanno detto i docenti di Lettere, questa iniziativa consente anche di abituare alla scrittura gli allievi, e trovare nella lettura di ottime firme lo stimolo a una scrittura fresca e creativa, a sviluppare quella conoscenza della lingua italiana che è risorsa indispensabile in ogni professione”.

Il progetto si articola in lezioni in classe, una volta alla settimana, compatibilmente con il programma scolastico, in cui il docente guida alla lettura del quotidiano, gli allievi sviluppano poi una raccolta dei testi che più li hanno interessati, vengono messe a confronto diverse letture degli avvenimenti. E’ possibile anche partecipare a delle redazioni online attraverso le quali gli studenti si confrontano con grandi firme del Corriere della sera, del Sole 24 ore, del Quotidiano nazionale e della Gazzetta dello Sport. Più si scrive online e maggiore è il punteggio. Al Levi si è puntato sul tema della sport come strumento di educazione e formazione dei cittadini e si è scelto di partecipare a questo concorso sulla cultura dello sport.

Un filo con l'estero all'Einaudi - Scarpa

Traguardo raggiunto con successo all’Istituto Superiore Einaudi-Scarpa di Montebelluna: 85 studenti  di classe terza e quarta dell’ Istituto stanno partecipando, 60 in Inghilterra e 25 in Germania, ad un corso di approfondimento della lingua straniera per 80 ore durante due settimane di soggiorno all’estero. Si tratta del progetto di formazione e soggiorno all’estero, Move for the future, promosso dall’assessorato all’istruzione della Regione e finanziato dal Fondo Sociale Europeo per 180.000 euro. L’iniziativa è fondamentale nell’ottica di un mondo sempre più globale. Oltre alle lezioni, sono previste visite ai luoghi più importanti, alle aziende del territorio, a musei e ai siti di particolare interesse. Gli allievi sono ospitati in famiglie accuratamente selezionate e hanno l’occasione quindi di calarsi completamente  nel contesto linguistico e culturale inglese o tedesco, con significativi vantaggi  per la loro crescita linguistica, culturale e umana.

Gli 80 studenti, accompagnati da nove docenti, torneranno in Italia il 14 settembre per l’inizio dell’anno scolastico. Al loro rientro seguirà una formazione integrativa in aula di ulteriori 60/70 ore con certificazione finale.

I due gruppi di ragazzi di lingua inglese, al termine delle lezioni in Italia sosterranno l'esame di certificazione linguistica B2 e First  presso il centro accreditato della Cambridge University, mentre quelli di Tedesco, affronteranno l'esame di certificazione linguistica Zertifikat B1.

Scuole montebellunesi protagonoste: un premio per il Levi, progetto con l'estero per l'Einaudi-Scarpa
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento