Padovano
stampa

A Massanzago il Giardino dei colori

Inaugurazione bagnata, inaugurazione fortunata. Almeno si spera sia così per l’ufficiale inaugurazione dell’asilo nido integrato avvenuta domenica 5 giugno alla scuola dell’infanzia.

Parole chiave: nido (4), massanzago (11), scuola dell'infanzia (31), asilo (30), scuole paritarie (69)
A Massanzago il Giardino dei colori

Inaugurazione bagnata, inaugurazione fortunata. Almeno si spera sia così per l’ufficiale inaugurazione dell’asilo nido integrato avvenuta domenica 5 giugno alla scuola dell’infanzia di Massanzago. Il nido, integrato con i servizi dell’adiacente scuola materna è un virtuoso esempio di collaborazione tra Comune e parrocchia, come ha ricordato l’assessore regionale ai Servizi sociali Manuela Lazzarin in rappresentanza della Regione.
Infatti la struttura è stata realizzata dal Comune mentre la gestione è affidata alla Parrocchia e ha la possibilità di accogliere 32 di bambini di età tra i 12 e i 36 mesi. L’asilo, che è in funzione dal settembre scorso, attualmente ospita 18 bambini e, tramite un sondaggio online, è stato scelto come nome “Il giardino dei colori”; nome che vuole essere anche di buon auspicio per i piccoli ospiti che possano crescere sereni come colarti fiori di un giardino curato e protetto.
Il sindaco Stefano Scattolin ha ricordato le varie tappe, ricordando che l’idea è sorta ancora nel 2005 quando, inaugurando le nuove scuole elementari, si è cominciato a pensare anche ad un servizio per i più piccoli di tutto il comune. Questa idea è passata come una ideale staffetta tra i sindaci che si sono succeduti (Alfio Gallo e Francesco Olivi) anch’essi presenti, sia tra parroci: da don Gianpaolo Bano, gradito ospite, all’attuale don Germino Zamprogna. Fino alla realizzazione, di cui oggi si colgono i preziosi risultati. Mons. Mario Salviato, vicario episcopale per il Coordinamento della pastorale, benedicendo lil Nido integrato si è augurato, anche come richiesta al Signore, che questo luogo sia accogliente per i bambini, ma anche per i genitori... Infatti genitori non si nasce, ma si diventa. E lo si diventa in maniera più serena se c’è una rete fatta di istituzioni e persone che sostengono e incoraggiano.
La successiva santa messa è stata presieduta da mons. Salviato e concelebrata da don Germino, don Gianpaolo e don Luigi Costa, sacerdote originario di Massanzago. Nell’occasione si sono volute ricordare alcune ricorrenze che nella trama della vita parrocchiale hanno avuto e hanno tutt’ora un particolare significato. Infatti si sono festeggiati gli 81 anni dell’inaugurazione della scuola materna “Savardo” e della presenza delle suore Maestre di santa Dorotea a Massanzago, e per l’occasione tutte le religiose che hanno prestato servizio a Massanzago erano state invitate; inoltre si sono festeggiati i 50 anni di professione religiosa di suor Olivetta Cordiali, superiora della locale comunità, i 25 anni della presenza a Massanzago di suor Lucia Molon e i 30 anni di vita missionaria di suor Angela Frasson. E ancora, a rendere ricca la festa si sono ricordati i 60 anni della prima posa della chiesa parrocchiale e gli 11 anni di inaugurazione dell’oratorio “S. Giovanni Bosco”. Al termine della messa un video realizzato dai fratelli Gabriele Luca Gumiero ha ripercorso le tappe storiche di tutti questi motivi di festa e di ringraziamento. E se al mattino il cielo aveva asperso anch’esso l’inaugurazione ora un sole quasi estivo ha benedetto di luce il pranzo comunitario.

A Massanzago il Giardino dei colori
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento