Padovano
stampa

Alta Padovana, le richieste degli imprenditori per evitare cadute zenza precedenti

Il cronoprogramma dei lavori al nuovo ponte sul Brenta a Curtarolo per il ripristino della piena percorribilità (limitata da dicembre 2018 per il dissesto), l’adeguamento della ex SS 47 Valsugana, ora provinciale ed il collegamento con la Superstrada Pedemontana Veneta (SPV), punti neri di un territorio soffocato da una rete viaria gravemente insufficiente. E gli interventi a sostegno del tessuto produttivo ed economico.E' quanto chiede la delegazione Assidustria.

Parole chiave: cittadellese (1), alta padovana (4), confindustria (28), industriali (16), valsugana (2), coronavirus (775)
Alta Padovana, le richieste degli imprenditori per evitare cadute zenza precedenti

Il cronoprogramma dei lavori al nuovo ponte sul Brenta a Curtarolo per il ripristino della piena percorribilità (limitata da dicembre 2018 per il dissesto), l’adeguamento della ex SS 47 Valsugana, ora provinciale ed il collegamento con la Superstrada Pedemontana Veneta (SPV), punti neri di un territorio soffocato da una rete viaria gravemente insufficiente. E gli interventi a sostegno del tessuto produttivo ed economico dell’Alta Padovana messo a dura prova dall’emergenza Covid-19 e dal lockdown.

Sono i nodi irrisolti, lungamente attesi e le nuove priorità oggetto nei giorni scorsi del vertice istituzionale voluto dal Coordinamento delle Categorie economiche del Cittadellese (Assindustria Venetocentro, Ascom, Confartigianato-Upa, Cna, Cia, Coldiretti) con il Presidente della Provincia di Padova Fabio Bui, i Sindaci dei Comuni del territorio, il Presidente della Camera di Commercio di Padova Antonio Santocono e il Vicepresidente Franco Pasqualetti.

L’incontro, svoltosi nella sede della Delegazione Assindustria Venetocentro di Cittadella e in collegamento, ha fatto il punto sull’impatto economico della pandemia e le istanze più urgenti.

Tra queste, i lavori al ponte doppio sul fiume Brenta tuttora soggetto a limitazioni alla portata e al traffico pesante a causa del deterioramento delle strutture portanti. Un disagio enorme, quantificato dalle imprese in svariati milioni di costi aggiuntivi l’anno (fino a 38 milioni nel caso di chiusura) a causa dell’allungamento forzato dei tragitti (anche per più di 40 km) su SR 308 e strada Contarina, in un’area ad alta densità di imprese (13mila, il 32% di manifattura e costruzioni) e flussi.

«La rete stradale è da anni satura - riassume Oddone Sartore, portavoce del Coordinamento delle Categorie Economiche - inadeguata al potenziale di quest’area e oggi a sostenere la faticosa risalita da una caduta senza precedenti, con cali anche del 40-50% dei ricavi effetto del lockdown. E anche l’aumento di traffico futuro, dai 45mila veicoli al giorno tra Cittadella e Padova, con l’entrata in esercizio della Pedemontana. Per questo consideriamo il rifacimento del ponte sul Brenta a Curtarolo, l’adeguamento della Valsugana e il collegamento alla SVP come priorità inderogabili per l’economia dell’intero Veneto centrale, non solo dell’Alta Padovana e per la reazione del nostro territorio alla pandemia».

Un appello che ha trovato sponda nelle istituzioni, con il Presidente Bui che dopo l’impegno finanziario della Provincia di 4 milioni per il ponte, ha annunciato la prossima gara di affidamento dei lavori e il completamento previsto entro il 2021.

Novità anche sull’adeguamento della ex SS 47 Valsugana, con la disponibilità espressa dal Presidente camerale Santocono a verificare le condizioni per uno studio di fattibilità sui primi interventi di riqualificazione dell’arteria. «Una disponibilità che abbiamo accolto con grande favore - sottolinea Sartore - per un’arteria strategica per l’economia del nostro territorio, inserita nel nuovo Piano Regionale dei Trasporti e drammaticamente inadeguata ai flussi di merci e persone. Sul suo adeguamento non ci siano più ritardi. La cessione delle competenze ad Anas potrebbe garantire le risorse necessarie. Ma nell’immediato sono indispensabili interventi di riqualificazione. Il tempo è nostro nemico, mai come ora fa la differenza».

Fonte: Comunicato stampa
Alta Padovana, le richieste degli imprenditori per evitare cadute zenza precedenti
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento