Padovano
stampa

Federazione Camposampierese: staffetta tra Mason e Scattolin

Un avvicendamento che arriva quando non si è ancora rimarginata la “ferita” dell’abbandono di Trebaseleghe, che ha privato l’Unione di 13.500 abitanti e 5 dipendenti. Scattolin, all’inizio della sua presidenza, sempre dalle pagine della newsletter, si propone di “garantire stabilità nel funzionamento della struttura, con riferimento al fabbisogno del personale e al reperimento di risorse esterne”.

Federazione Camposampierese: staffetta tra Mason e Scattolin

Staffetta alla guida della Federazione di Comuni del Camposampierese. Al termine del suo mandato, il sindaco di Piombino Dese, Cesare Mason, ha passato il testimone al primo cittadino di Massanzago, Stefano Scattolin. Un avvicendamento che arriva quando non si è ancora rimarginata la “ferita” dell’abbandono di Trebaseleghe, che ha privato l’Unione di 13.500 abitanti e 5 dipendenti. Dalla newsletter “Camposampierese News”, Mason parla di “addio doloroso”. Tuttavia, ricorda il primo cittadino di Piombino Dese, “non solo siamo riusciti a gestire il passaggio con grande unità e serenità, ma ne usciamo rinvigoriti e ancor più determinati nel proseguire nel cammino di una Federazione capace di affrontare le sfide di questo nostro tempo così difficile e complesso”. Tra l’altro, è stata riorganizzata la partecipata Asi, con il ripianamento, assieme a Etra, della perdita di 185mila euro, ed è stata rafforzata la “governance” dell’Unione.

Scattolin, all’inizio della sua presidenza, sempre dalle pagine della newsletter, si propone di “garantire stabilità nel funzionamento della struttura, con riferimento al fabbisogno del personale e al reperimento di risorse esterne”, e di “migliorare e sviluppare i servizi a favore dei Comuni, con processi di efficientamento, riordino, riorganizzazione, in particolare per l’innovazione tecnologica”.

Tra le altre priorità, quella di “affrontare il tema dei servizi sociosanitari nel Camposampierese”, e quella di “ridefinire un ruolo di pianificazione anche urbanistica del territorio”. Inoltre, prosegue Scattolin, per quanto riguarda la sicurezza, “puntiamo alla riorganizzazione del Comando della Polizia locale, alla presenza nel territorio e all’organizzazione degli ambiti, all’implementazione della videosorveglianza”.

Infine, il sindaco di Massanzago non chiude la porta a possibili evoluzioni nell’assetto degli Enti locali: “Personalmente, ritengo sia utile e lungimirante riprendere il dialogo sulla possibile fusione tra Comuni, non per superare i campanili, anzi; ma per evitare campanilismi che potrebbero allentare la progettualità necessaria per lo sviluppo e la crescita del Camposampierese”.

Tutti i diritti riservati
Federazione Camposampierese: staffetta tra Mason e Scattolin
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento