Padovano
stampa

Le suore lasciano il centro Bonora di Camposampiero

Dopo 135 anni di servizio. Il 25 aprile il saluto con la messa celebrata dal vescovo, mons. Tomasi

Parole chiave: centro bonora (1), camposampiero (199), suore (37), dorotee (2), vescovo michele (135)
Le suore lasciano il centro Bonora di Camposampiero

Dopo 135 anni di ininterrotto servizio, le suore Dorotee lasciano il centro servizi Bonora (precedentemente denominata casa di riposo) di Camposampiero; un commiato che avviene a meno di due anni da quello delle consorelle dell’asilo, e che priva la comunità di Camposampiero di questa preziosa presenza religiosa femminile.

L’inizio del loro servizio per gli anziani risale al settembre del 1887 in concomitanza con l’apertura della Pia casa di ricovero, fondata da Annamaria Moretti vedova Bonora, quando le autorità locali dell’epoca richiesero alla Casa Madre di Vicenza di mandare alcune suore per assumere la direzione dei servizi e del personale della casa. Dalle due suore iniziali, nel tempo, con l’aumento degli ospiti e delle esigenze assistenziali, la loro presenza aumentò fino a raggiungere una decina di unità negli anni ’50.

Dagli anni ’70 la presenza numerica e l’influenza complessiva delle suore nella vita della Casa iniziò progressivamente a calare. Il potenziamento del servizio di assistenza agli anziani, divenuto necessario a causa dell’invecchiamento demografico e delle famiglie sempre più mononucleari, si è appoggiato sempre più al personale laico, come del resto si è verificato in molte altre strutture assistenziali di matrice religiosa.

Servizio e carità sono le caratteristiche a cui sono state improntate le azioni di queste suore: la quotidiana disponibilità e lavoro 24 ore su 24 per l’assistenza agli anziani, spesso con fragilità, comporta tanta pazienza, tatto e competenza.

Anche negli anni 2000 la loro funzione, seppure ristretta all’animazione delle celebrazioni religiose e al sostegno morale agli ospiti, si è confermata di forte valore, per la discrezione, la sensibilità, la vicinanza in particolare ai degenti dell’hospice “Centro cure palliative”, e ai loro familiari.

Lunedì 25 aprile nello stesso centro servizi Bonora, con una messa presieduta dal vescovo Michele Tomasi, la comunità di Camposampiero ha salutato le ultime quattro religiose che hanno prestato il loro servizio nella struttura: suor Pia Cecilia Tamiozzo, superiora, suor Valentina Cappellotto, suor Michela Vantin e suor Rosanna Geremia.
Nel corso della cerimonia di saluto, a loro e alle tante altre suore dorotee che si sono succedute in più di un secolo, la sindaca Katia Maccarrone ha espresso “l’immensa gratitudine della comunità di Camposampiero per la loro fondamentale opera caritatevole, generosa, di forte sostegno umano, spirituale e morale verso gli anziani ospiti”.

Tutti i diritti riservati
Le suore lasciano il centro Bonora di Camposampiero
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento