Padovano
stampa

Treviso-Ostiglia: opportunità per richiedere la concessione delle ex stazioni

Manifestazione di interesse entro il 15 settembre per gli edifici che si trovano sul tratto della ciclabile che interessa il territorio padovano

Parole chiave: treviso-ostiglia (4), treviso (1859), ostiglia (4), padova (87), riqualificazione (8), fabio bui (3), ciclabile (8), stazioni (1)
Treviso-Ostiglia: opportunità per richiedere la concessione delle ex stazioni

E’ il 15 settembre la scadenza per effettuare la domanda di manifestazione di interesse volta all’uso delle “ex stazioni” lungo la pista ciclabile Treviso-Ostiglia nel tratto del territorio padovano.

L’Amministrazione provinciale ha pubblicato l’avviso per far rivivere questi immobili, mediante interventi di recupero, restauro, ristrutturazione, finalizzati allo svolgimento di attività economiche e servizi per i cittadini, con particolare riferimento all’offerta turistica e alla promozione del territorio. Le vecchie stazioni si trovano a Campodoro, in via Municipio, a Piazzola sul Brenta, in via Nizza, a Loreggia, in via Amedeo, e a Piombino Dese, in località Badoere-Levada.

“L’obiettivo - ha spiegato il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui - è quello di acquisire proposte progettuali per il recupero degli immobili al fine di realizzare un’area strategica per lo sviluppo del turismo, del cicloturismo, lungo il percorso che attraversa il territorio provinciale in undici Comuni, per una lunghezza totale di circa 32 km. Il concessionario potrà quindi svolgere attività di assistenza e supporto ai ciclisti e cicloturisti, realizzare parcheggi scambiatori custoditi, attività ricettiva alberghiera, somministrazione di cibo e bevande, organizzazione di iniziative ludiche e culturali collegate alla storia della ex linea ferroviaria. Per noi è una proposta che ci auguriamo possa attrarre interesse e nuove idee così da diventare un veicolo di rilancio turistico e culturale”.

La durata della concessione sarà ventennale, per consentire un programma completo di ristrutturazione, recupero e restauro di uno o più immobili e lo sviluppo di attività economiche e di servizi per i cittadini. Il canone annuo stabilito è di 5mila euro con decorrenza del quinto anno di contratto.

La domanda dovrà pervenire entro il 15 settembre a mezzo Pec protocollo@pec.provincia.padova.it o mediante servizio postale.

Fonte: Comunicato stampa
Treviso-Ostiglia: opportunità per richiedere la concessione delle ex stazioni
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento