Postumia
stampa

No a Terralta Veneta, i cittadini hanno deciso

Pochi i votanti, il 34,19% a Villorba e il 38,79% a Povegliano“.  A Villorba il 58, 5% ha detto no, vanificando il 67 per cento circa di sì dei poveglianesi. Risultato totale: 51,65 a 48,35 per cento. Determinante, probabilmente, la scelta del nome "Terralta".

Parole chiave: villorba (75), terralta veneta (2), povegliano (18), fusioni (10), comuni (221), enti locali (77)
Il municipio di Villorba

No anche a Terralta. Dopo il flop di Lia Piave, fallisce anche il referendum per la fusione di Villorba e Povegliano. I cittadini dei due comuni si sono espressi complessivamente per il no, anche se in realtà a Povgliano ha prevalso il sì. Ma la fusione, per essere valida, doveva ottenere più del 50 per cento dei voti. Pochi i votanti, il 34,19% a Villorba e il 38,79% a Povegliano“.  A Villorba il 58, 5% ha detto no, vanificando il 67 per cento circa di sì dei poveglianesi.

Il risultato, scrive sulla propria pagina Facebook il comitato per il sì,  “porta ad un mantenimento dei comuni con la attuale configurazione. Ringraziamo quanti hanno contribuito a dare la possibilità di scelta ai cittadini per un cambiamento che non è avvenuto. Da parte nostra ribadiamo l'orgoglio di aver progettato un futuro. Ringraziamo tutti i collaboratori per l'impegno profuso consci della difficoltà che è insita nel costruire. Grazie”.

Il coordinatore del comitato per il no, Gianfranco Perali, commenta invece, sempre su Facebook, la vittoria del no: “A mio avviso, la dimostrazione più bella che, cittadini, anche se di culture politiche diverse possono, con un obiettivo comune chiaro e condiviso fare grandi cose con pochi mezzi e soprattutto farlo nell'interesse di tutti i cittadini, anche di quelli, che abbagliati dalle sirene, stavano su posizioni diverse. Ma un grande grazie va ai 2998 cittadini che hanno saputo cogliere il messaggio dell'opportunità di poter meglio concepire il loro futuro e non di vederselo imposto dai capricci dei Sindaci”.

Fair-play ma anche amarezza da parte dei due sindaci Marco Serena e Sergio Zappalorto. Il primo ha già annunciato che sarà inevitabile l’aumento di tasse locali. Il secondo, pur vittorioso a Povegliano, prende atto che il progetto nella sua complessità non è stato capito dai cittadini.

Ma a conti fatti, pare evidente che ad aver pesato è stata anche e soprattutto la sbagliata scelta del nome: quel Terralta Veneta è piaciuto a pochi Ed ha trascinato nel gorgo il progetto.

No a Terralta Veneta, i cittadini hanno deciso
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento