Postumia
stampa

Paese: il gruppo scout Agesci di slancio verso il quarantesimo

Il gruppo scout Agesci di Paese è un'associazione in crescita, dopo un'estate ricca di tante proposte e campi con i bambini e i ragazzi. 

Parole chiave: gruppo Agesci (1), Paese I (1), 40ennale (1), attività scout (1), campi estivi (2), scout (86)
Paese: il gruppo scout Agesci di slancio verso il quarantesimo

L’Agesci di Paese festeggerà a breve il traguardo dei quarant’anni, intanto le sue file continuano a sfornare dei buoni cittadini di domani, nonché a crescere. Ciò appare chiaro dal fatto che l’associazione parrocchiale non conosce crisi, se si considera che ai 130 aderenti si aggiungerà presto la ventina di ragazzi che hanno richiesto di farne parte.

Quest’anno, ai campi estivi si è notato un grande fermento, preceduto da un forte desiderio di ritornare alla normalità dopo la pausa forzata per pandemia, una sorta di riscatto, insomma. Infatti, si è registrato un ulteriore interesse, come una ripartenza, soprattutto tanto entusiasmo nonostante fosse richiesto qualche sacrificio in più. Un intoppo non banale, subito dal gruppo esploratori e guide tra il 31 luglio e l’11 agosto a Valli del Pasubio, è stata la carenza d’acqua, causa siccità, che aveva quasi prosciugato una sorgente, con in più l’ordinanza che vietava di accendere fuochi.

Disagi che non hanno scoraggiato i giovani, che anzi hanno avuto un’ulteriore occasione di fare nuove esperienze di vita. Memorabile la giornata con i genitori e l’assistente don Angelo Dal Mas, già seminarista a Paese, con la messa celebrata da un giovane sacerdote suo amico, che ha catturato l’attenzione dei presenti, valorizzando l’ambiente, il Creato, come espressione di bellezza e dono della benevolenza di Dio. “Superare le difficoltà e fare bene il proprio dovere è lo scopo di questo stare insieme: motivo per crescere come persone”, afferma Andrea Visentin, capogruppo e responsabile dell’Agesci di Paese, che condivide il servizio con Stefania De Lazzari. 

Qualche inconveniente lo hanno vissuto pure quelli del noviziato, al campo itinerante svoltosi dal 6 al 12 agosto sul Civetta, ma ciò non ha minimamente intaccato l’umore. Si è trattato di una settimana tra sentieri percorsi talvolta sotto la pioggia, portandosi sulle spalle zaini da 20 chili, fatiche che inducono una certa introspezione. La Provvidenza li ha quindi condotti a ripararsi per due notti in un fienile. Esperienze avventurose non fini a se stesse: fare strada e vincere la fatica sono condizioni propedeutiche ad affrontare le più impegnative e dolorose sfide che prima o poi arriveranno. 

Quella dell’Agesci è una proposta formativa cattolica, espressa attraverso socializzazione, condivisione, divertimento e il vivere a contatto con la natura che è maestra di vita. In breve, stare insieme in modo attivo ed espressivo anche in supporto alla propria parrocchia. A Paese gli scout hanno come guida spirituale don Samuele Tamai, coadiuvato da suor Mara della comunità delle francescane, che in luglio ha accompagnato il branco lupetti al campo “Malga dei faggi”, a Masoch di Gosaldo. Quelli del Clan, invece, hanno fatto il giro del Pelmo, dal 10 al 15 agosto, con finale a Lorenzago di Cadore. “Crescere!” sembra essere la parola d’ordine dell’Agesci di Paese: una prospettiva che è tutto un programma; lo si vedrà meglio alla festa del quarantennale di fondazione.

Tutti i diritti riservati
Paese: il gruppo scout Agesci di slancio verso il quarantesimo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento