Postumia
stampa

Villorba: la bella storia di Romano e della panchina di piazza Aldo Moro

Un amore nasce dopo una lunga chiacchierata su una panchina della piazza che ne diventa il simbolo al punto di chiederla al Comune di Villorba. E di donarne una nuova di zecca.

Parole chiave: piazza aldo moro (1), panchina (1), villorba (53), amore (5), storia (28), carità (205), marcon (31)
Villorba: la bella storia di Romano e della panchina di piazza Aldo Moro

“Le storie belle, quelle a lieto fine, - dice Marco Serena, sindaco di Villorba - esistono ancora. Due mesi fa è giunta una lettera in Comune da parte di un cittadino di Marcon (VE) che ci chiedeva la possibilità di sostituire una panchina di piazza Aldo Moro di Carità di Villorba con una nuova e che avrebbe pensato lui a tutto. Il motivo? Vi era legato affettivamente, perché lì seduto aveva parlato, per ore con colei che ora è la sua compagna. Se Cupido aleggia in piazza, non desideravo di certo ostacolarlo e così, ho dato parere favorevole allo scambio delle panchine che è avvenuto oggi”.
“Sono davvero felice che il Sindaco abbia accettato la mia proposta, - ha detto Romano De Marchi, impiegato, 47 anni - così potrò rivivere insieme con la mia compagna, ogni sera, e nel giardino di casa quel 26 ottobre 2016 quando decidemmo di incontrarci di persona dopo esserci frequentati in internet per mezzo di una chat.
Cornelia, così si chiama la mia compagna, abitava a Spresiano e mi diede il primo appuntamento qui vicino alla piazza, davanti alle Poste, poi dopo una lunga camminata, decidemmo di sederci su questa panchina. Lì seduti parlammo tutta la sera riscontrando che le affinità virtuali erano anche reali. Quella magia e quella panchina, unica per noi, desideravamo davvero custodirle. Grazie ancora Villorba”.

Fonte: Comunicato stampa
Villorba: la bella storia di Romano e della panchina di piazza Aldo Moro
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento