Paesi&Città
stampa

A Quinto "La realtà", trent'anni di vera amicizia

L'associazione di volontariato fu fondata nel 1992 da alcuni familiari di ragazzi con disabilità e da amici sensibili in questo ambito, con l'obiettivo di alleggerire le giornate di persone disabili e delle loro famiglie. Nel tempo è cresciuta molto sia nelle proposte che negli spazi. 

Parole chiave: parrocchia Quinto (1), associazione (38), disabilità (47), trent'anni (2), volontari (243), inclusione (21)
Quinto, trent'anni de "La realtà"

Trent’anni di amicizia, gioie, senz’altro fatiche. Trent’anni in cui, però, la diversità, è diventata ricchezza, segno d’amore, modello per migliorarsi e guardare l’altro da fratello. Sono solo alcuni dei pensieri emersi durante la celebrazione che, lo scorso 18 settembre nella parrocchiale San Giorgio di Quinto, ha fatto da apripista ai festeggiamenti per i 30 anni dalla fondazione dell’associazione “La realtà”. Nata nel 1992 dalla volontà di alcuni  familiari di ragazzi con disabilità e da amici sensibili a questo ambito, nell’obiettivo di alleggerire le giornate delle persone disabili e delle loro famiglie, l’associazione nel tempo è andata ampliandosi, sia nelle attività che negli spazi.

Durante i primissimi anni svolgeva le proprie iniziative nei locali parrocchiali, iniziando già a coinvolgere non solo ragazzi di Quinto ma anche dei comuni limitrofi, quindi in spazi comunali fino al 2008, anno in cui viene inaugurata la nuova sede lungo via San Cassiano, frutto di impegno e sacrificio di moltissime persone. Qui oggi giovani e adulti con disabilità svolgono attività ludico motoria in palestra, al sabato, e ricreative la domenica. Il tutto grazie ad un gruppo di volontari che contribuiscono, con il proprio impegno, a realizzare una sfida importante: rendere la disabilità il più normale possibile. “Il nome della nostra associazione è stato pensato perché la disabilità è una realtà della vita, e come tale va aiutata e sostenuta nell’essere normalità, il più possibile” dicono dal direttivo dell’associazione, “il nostro impegno è per l’inclusione, una parola che vuol dire tanto ma che ancora, purtroppo, non è di norma. La Realtà cerca e aspira a renderla tale”.

Alla partecipatissima celebrazione, animata dall’associazione, pensata non solo per onorare lo speciale compleanno, ma anche per ricordare ragazzi e volontari che non ci sono più, la comunità parrocchiale di Quinto - in particolare attraverso le parole di don Stefano Moino, che ha celebrato la funzione, e del parroco don Stefano Bressan - ha potuto rinnovare la propria vicinanza all’associazione, percepita sempre più quale un dono per l’intera comunità ed il territorio. Quindi, il pranzo presso gli stand del Comitato festeggiamenti San Cassiano, con quasi 200 persone presenti, e il trasferimento in sede, per continuare la festa tra i ricordi degli ultimi trent’anni e augurare a questo speciale gruppo associativo altrettanti traguardi e soddisfazioni. Non mancano i nuovi progetti in cantiere, che presto saranno ufficializzati. 

Tutti i diritti riservati
Quinto, trent'anni de "La realtà"
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento