Sandonatese
stampa

“Io Tu Noi Il Piave”, gli alunni diventano scienziati

Ricomincia il percorso didattico, in collaborazione l’Autorità di Bacino Distrettuale delle Alpi Orientali, che porta alla conoscenza e alla tutela dell’ambiente in cui gli studenti vivono, con diretto riferimento alla funzionalità ecologica e alla prevenzione del rischio idraulico dei corsi d’acqua.

“Io Tu Noi Il Piave”, gli alunni diventano scienziati

Dal 27 gennaio ripartono i laboratori nelle scuole del progetto “Io Tu Noi Il Piave”, curato dall’Autorità di Bacino Distrettuale delle Alpi Orientali (l’ente che si occupa della pianificazione per la difesa del suolo e la tutela delle risorse idriche e degli ambienti acquatici nel nostro territorio). La realizzazione del progetto è a cura dell’agenzia di comunicazione ambientale Achab Group.

All’interno dei piani di riqualificazione fluviale del Basso Piave, il Distretto ha valutato di grande importanza l’inserimento di iniziative che coinvolgano le scuole del territorio, attraverso un percorso di didattica e partecipazione attiva che porti alla conoscenza e alla tutela dell’ambiente in cui gli studenti vivono, con diretto riferimento alla funzionalità ecologica e alla prevenzione del rischio idraulico dei corsi d’acqua. Da qui il progetto “Io Tu Noi Il Piave”, che coinvolge 27 classi dei tre istituti comprensivi di San Donà di Piave, una classe del Liceo Scientifico Galileo Galilei e due classi dell’ISS Scarpa Mattei (dislocate presso la sede di San Stino di Licenza).

Concretamente gli alunni, dopo un’attività di approfondimento in classe, diventano scienziati e rilevatori, recandosi, in gruppi organizzati e accompagnati da esperti, a prendere campioni di acque per rilevarne la qualità

Il progetto originariamente doveva svolgersi nella primavera del 2020, ma a causa del lockdown le attività sono state rinviate. Gli organizzatori non si sono arresi, e da dicembre le attività con le classi, nel rispetto di tutte le norme, sono ricominciate. Sono già state coinvolte 9 classi delle scuole primarie; oggi è il turno di altre tre realtà scolastiche della secondaria di I grado.

“Il Comune ha riconosciuto la validità dell’iniziativa - spiega Lorena Marin, assessore a Energia e Ambiente - agevolando l’incontro tra gli organizzatori e le scuole”. Il progetto prevede anche un’altra attività di monitoraggio, lo “Studio per definire i servizi ecosistemici del Basso Piave”, che si svolge attraverso la metodologia di “Citizen Science” (Cittadino Scienziato), organizzata con le università di Siena e Bologna, e ha coinvolto numerose associazioni ambientali, gruppi e singoli volontari nel monitoraggio delle acque e della vegetazione riparia. “L’iniziativa è stata accolta con favore e interesse dalla popolazione, che ha l’opportunità di fornire un utile servizio e contemporaneamente di conoscere meglio il nostro territorio; Aumentando la conoscenza, ci si sente maggiormente responsabili del bene comune e l’impegno per tutelare l’ambiente viene vissuto con maggiore consapevolezza” conclude l’assessore Marin.

“Ringrazio l’Autorità di Bacino per l’attenzione al tema, Achab Group per l’organizzazione, i volontari adulti e inoltre le tante scuole che hanno aderito, facendo diventare i nostri giovani cittadini piccoli scienziati e contribuendo così a migliorare la consapevolezza delle caratteristiche del nostro ambiente e anche delle sue fragilità” conclude il Sindaco Andrea Cereser.

Fonte: Comunicato stampa
“Io Tu Noi Il Piave”, gli alunni diventano scienziati
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento