Sandonatese
stampa

San Donà: anticipato l'inizio del lavori in Duomo

A causa del maltempo che ha investito il Sandonatese domenica 14 giugno, la condizione strutturale del Duomo peggiora. Cpae: "I lavori non possono essere ulteriormente rinviati. Inizieranno durante la prossima estate”.

Parole chiave: san donà (297), duomo (28), lavori (21), maltempo (142)
San Donà: anticipato l'inizio del lavori in Duomo

Le piogge intense di domenica 14 giugno hanno colpito pesantemente tutta la Venezia Orientale: flagellate le spiagge di Jesolo (dove è stata annullata la manifestazione delle Frecce Tricolore), Eraclea e Caorle e nel Portogruarese strade e campi sono diventate degli acquitrini. Nel Sandonatese, tra le 8 e le 11 sono caduti 100 millimetri di pioggia, allagando i sottopassi di via Unità d’Italia (nei pressi del quale è crollato anche un albero) e di via Bassa Isiata. Cinque minuti di grandine hanno colpito fortunatamente una zona limitata della città, alla periferia est lungo la bretella stradale che collega il casello di Noventa di Piave con le spiagge. Il violento acquazzone che ha interessato la zona ha provocato l’allagamento del Centro Piave, che ha chiuso per tutta la giornata con l’Ipercoop che è stato evacuato quando la pioggia è entrata probabilmente dal tetto. Un black-out ha colpito, isolandola, la sede della polizia locale in via Ungheria Libera. Strade allagate anche nella zona di via Jesolo e di via Aquileia; le fogne sono traboccate in diversi punti in vari quartieri del centro cittadino. Scantinati e garage sono andati sott’acqua e numerose sono state le chiamate di intervento ai Vigili del Fuoco con la polizia locale e i volontari della protezione civile intervenuti in varie zone della città.
Anche il Duomo cittadino ha subito le pesanti conseguenze del maltempo: l’abbondante pioggia caduta in poche ore ha peggiorata la situazione già precaria, in particolare sul lato nord dell’edificio, in corrispondenza dell’altare di Sant’Antonio, dove le grondaie presentano una sezione insufficiente che determina l’accumulo al loro interno di detriti vari con effetto “tappo” e successiva tracimazione dell’acqua verso l’interno dell’edificio.
Gli interventi di manutenzione straordinaria erano già stati preannunciati ai fedeli: ora, però, l’avvio dei lavori si rivela sempre più impellente.
“Dopo i lavori della scorsa estate, eseguiti nell’edificio della scuola dell’infanzia «Asilo San Luigi» - scrive Rolandi Randon, membro del Consiglio parrocchiale per gli affari economici - si dovrà intervenire anche nelle strutture del Duomo, Casa Saretta e della canonica. Il prossimo edificio oggetto di manutenzione straordinaria sarà il Duomo e precisamente si dovrà riparare il tetto, dove già da diverso tempo in vari punti si verificano consistenti infiltrazioni di acqua piovana, con conseguente grave deterioramento delle travi e capriate di sostegno che dovranno essere in parte sistemate e/o sostituite, così pure sarà necessario provvedere alla sostituzione di tratti di grondaia e la sistemazione degli scarichi verticali. Valutata la situazione, sia per la conservazione della struttura che per la sicurezza, i lavori non possono essere ulteriormente rinviati e pertanto si è convenuto che questi inizieranno durante la prossima estate”.
Oltre al tetto – si legge nel foglietto della comunità – si dovrà intervenire per mettere in sicurezza le statue esterne sopra il frontone principale, che si stanno progressivamente sgretolando. Dopo una verifica approfondita si valuterà la possibilità di un consolidamento oppure la necessità della loro sostituzione.
Il costo globale degli urgenti lavori del Duomo sarà sicuramente molto elevato: dalle stime iniziali si parla di cifre nell’ordine di 200 mila euro, ma si stanno ancora attendendo i preventivi richiesti alle ditte specializzate.
“Abbiamo completato le varie pratiche tramite gli uffici della Curia – ci aggiorna il parroco don Paolo Carnio – e ora siamo in attesa di ottenere i relativi permessi, fra i quali l’autorizzazione dalla Soprintendenza per i beni ambientali e architettonici”.
“Come si può ben capire – concludono il parroco e il Cpae nella comunicazione ai fedeli – l’impegno che andremmo ad affrontare sarà ingente sia sotto l’aspetto tecnico che economico, ma per quest’ultimo confidiamo nella provvidenza che fino ad oggi non è mai venuta a mancare”.

San Donà: anticipato l'inizio del lavori in Duomo
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento