Sandonatese
stampa

San Donà: limitazioni alle attività in ospedale

Considerata la continua evoluzione della situazione epidemiologica e allo scopo di contenere il pericolo di contagi da Covid-19, da giovedì 12 novembre parte delle persone che si recheranno negli ospedali di Portogruaro, San Donà di Piave e Jesolo, dovranno compilare un’autodichiarazione. Stretta sulle prestazioni.

Parole chiave: san donà (349), ospedale (125), ulss 4 (42), coronavirus (947), covid-19 (185)
San Donà: limitazioni alle attività in ospedale

“La situazione epidemiologica è in continua evoluzione, dobbiamo quindi adottare tutte le misure possibili per contenere il contagio da Covid-19 sia nei confronti degli utenti e sia per il personale ospedaliero indispensabile nel gestire l'emergenza in corso. Un'emergenza per la quale la Regione Veneto ha varato una serie di restrizioni alle attività erogate dalle Aziende Sanitarie, che sono volte, lo ribadisco ancora, a proteggere la nostra salute. Chiedo quindi alla cittadinanza di portare pazienza in presenza della cancellazione di una prestazione già programmata, ma ora la priorità è fermare questa pandemia e per farlo serve il contributo di tutti”. A dirlo è il direttore generale Carlo Bramezza alla luce delle limitazioni alle attività medico-sanitarie in vigore dal 10 novembre anche negli ospedali dell'Ulss 4. 

Prestazioni già prenotate. Vengono garantite le prestazioni già prenotate nelle strutture non ospedaliere: poliambulatori, sedi ambulatoriali distrettuali, strutture private accreditate. Le strutture ospedaliere garantiscono solo le prestazioni con priorità U (urgente entro 72 ore) e B (breve, entro 10 giorni), le visite di controllo entro 10 giorni, i percorsi materno-infantili (prestazioni in gravidanza e a carico dell’età pediatrica), le prestazioni di radiologia ed oculistica limitatamente in classe di priorità D (differibile, entro 30 giorni). Sono inoltre garantite le attività chirurgiche indifferibili e le attività di screening oncologico, le prestazioni inerenti la salute mentale. E’ sospesa l'erogazione delle prestazioni prenotate in libera professione (a pagamento). Gli utenti a cui saranno sospese le prenotazioni verranno contattati dall'Azienda sanitaria.

Prestazioni prenotabili. Nelle strutture ospedaliere sono prenotabili solo prestazioni ambulatoriali per visite ed esami diagnostici con classi di priorità U e B, le visite di controllo entro 10 giorni, garantendo sia come prime visite specialistiche e sia quelle di controllo l’attività in ambito materno-infantile, oncologico, malattie rare nonché i dializzati e, limitatamente alla classe di priorità D, le prestazioni di radiologia ed oculistica. Per le strutture non ospedaliere, le prestazioni sono garantite in tutte le classi di priorità, i controlli e l'ambito della salute mentale. E’ sospesa la prenotazione dell’attività in libera professione (a pagamento). I prelievi sono garantiti in tutti i punti aziendali esclusivamente previa prenotazione. E’ sospesa l'attività dello sportello Cup al Covid-Hospital di Jesolo mentre resta attivo il Cup telefonico. Vengono accettati senza prenotazione solo gli utenti con impegnativa che riporta la richiesta “urgente” del prescrittore.  

Ingresso in ospedale. Considerata la continua evoluzione della situazione epidemiologica e allo scopo di contenere il pericolo di contagi da Covid-19, da giovedì 12 novembre parte delle persone che si recheranno negli ospedali di Portogruaro, San Donà di Piave e Jesolo, dovranno compilare un’autodichiarazione indicando le generalità, la conferma di essere in buono stato di salute, non essere in isolamento così come l'assenza di contatti con persone positive al virus negli ultimi 14 giorni. 

La novità ha infatti lo scopo di accertare che chi entra in ospedale non possa contagiare pazienti, personale medico e sanitario, inoltre la dichiarazione permette il tracciamento di eventuali contatti in caso di positività al virus e verrà conservata per 10 giorni successivi alla compilazione. 

Dovranno compilare l’autocertificazione: i visitatori di degenti, caregiver o accompagnatori di utenti che necessitano di un aiuto. Saranno esentati dalla compilazione: chi si reca in ospedale con appuntamento già fissato, con prescrizione medica, per ricovero ospedaliero, in quanto situazioni che già prevedono la registrazione dell’utente. 

L’autocertificazione dovrà essere compilata all'ingresso dei tre ospedali e verrà consegnata dal personale di controllo degli accessi. Per velocizzare i tempi d'ingresso, i diretti interessati potranno precompilare il documento a casa, scaricandolo dal sito internet www.aulss4.veneto.it oppure dalle pagine Facebook e Twitter “Ulss4 Veneto orientale”. 

Fonte: Comunicato stampa
San Donà: limitazioni alle attività in ospedale
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento