Sandonatese
stampa

Torna a San Donà la Festa della cittadinanza attiva con un nuovo format

Il sottotitolo ‘Tutti i colori del mondo’ indica che la festa di quest’anno sarà incentrata su tutti quei cittadini che hanno scelto San Donà come loro seconda casa e, fra questi, particolare attenzione sarà dedicata ai tanti ucraini arrivati in città per la guerra nel loro paese.

Parole chiave: festa (154), san donà (400), cittadinanza attiva (3)
Torna a San Donà  la Festa della cittadinanza attiva con un nuovo format

Con un nuovo format torna, dopo due anni di assenza, la Festa della Cittadinanza Attiva. Il sottotitolo ‘Tutti i colori del mondo’ indica che la festa di quest’anno sarà incentrata su tutti quei cittadini che hanno scelto San Donà come loro seconda casa e, fra questi, particolare attenzione sarà dedicata ai tanti ucraini arrivati in città per la guerra nel loro paese, accolti e assistiti dall’associazione ucraina sandonatese La Rondine, insieme al Comune e a tante realtà cittadine. 

Con loro animeranno la Festa di sabato 10 settembre, facendo conoscere le loro attività e le loro tradizioni anche altre organizzazioni: la rumena Decebal-Traian, la comunità Ochasi, la nigeriana Igbo Women Association e la Indigenous People of Biafra, tutte riunite attorno all’associazione ‘Accogliere’ che da anni collabora con loro e organizza i fondamentali corsi di italiano per stranieri. 

Ricco il programma di iniziative sparse fra Piazza Indipendenza, il Caffè Letterario e i Giardini Agorà, dove alle ore 16 prenderà via un workshop per ragazzi dai 10 ai 20 anni (iscrizioni via mail a  ilvillaggioglobalesandona@gmail.com entro venerdì 9 settembre ore 12) tenuto dal formidabile quartetto di mimi ucraini Dekru. 

Il gruppo di fama internazionale che vive a San Donà dopo lo scoppio della guerra, alle ore 21 sarà poi sul palco di Piazza Indipendenza per un imperdibile show del progetto Open Circus.

Alle ore 17 al Caffè Letterario spazio alla riflessione sull’accoglienza con la presentazione del libro “Si può fare” del professore di filosofia del liceo Canova di Treviso, Antonio Silvio Calò, cittadino europeo 2018 e ufficiale al merito della Repubblica, che ne parlerà con Leaticia Ouedraogo, studentessa di Dinamiche dei Paesi emergenti e in via di sviluppo all’École supérieure de France. 

Alle ore 18 inaugurazione della mostra fotografica sull’attuale realtà dell’Ucraina a cura dell’associazione La Rondine, cui seguirà un aperitivo e il buffet con piatti tipici della cucina rumena preparati dal ristorante “Lo Scoglio” di Caorle. 

in Piazza Indipendenza le varie associazioni facenti parte di ‘Accogliere’, oltre a far conoscere le loro iniziative ed attività, si esibiranno con spettacoli di canto e balli tradizionali, prima di lasciare il palco allo spettacolo finale del quartetto di mimi Dekru.

Torna a San Donà la Festa della cittadinanza attiva con un nuovo format
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento