Sandonatese
stampa

Varco golenale di Noventa di Piave

Iniziati lo scorso 14 aprile i lavori per il nuovo e definitivo sistema di chiusura: verrà posta una paratia scorrevole in acciaio

Varco golenale di Noventa di Piave

Sono iniziati mercoledì 14 aprile i lavori per l’eliminazione delle infiltrazioni e l’adeguamento del sistema di chiusura del varco golenale presente sull’argine del fiume Piave, in prossimità dell’abitato di Noventa.

Il varco, o “tunnel” come i noventani chiamano il passaggio attraverso il corpo arginale del Piave, collega il centro abitato di Noventa con l’area golenale del fiume e fu costruito dal Governo austriaco a metà del 1800, per consentire il collegamento tra il centro storico e il porto fluviale. Per molti anni tale manufatto rappresentò la porta di accesso a Noventa, per coloro che arrivavano dal fiume.

Quando si verifica una piena del Piave, il varco deve essere chiuso con una serie di panconcini, originariamente in legno, attualmente realizzati con una speciale lega di alluminio a sezione quadrata. Secondo indicazioni storiche, risulterebbe che il varo dei panconcini avvenisse in passato, mediante un sistema ad argano, che purtroppo sembra sia andato perduto con l’ultima Guerra mondiale. Più volte, nel passato, per ragioni di sicurezza, l’Autorità idraulica cercò di chiudere definitivamente il varco, ma il Comune si oppose sempre con fermezza, in quanto tale manufatto rappresenta uno degli elementi che caratterizzano il paese.

Durante gli eventi di piena, pertanto, con un preavviso di circa una decina di ore, l’Amministrazione comunale effettua la chiusura, mediante ditte esterne, del varco arginale grazie al sistema di panconcini, che vengono inseriti all’interno di tre corsie in modo da realizzare tre serie di paratie. Le prime due paratie presentano altezza pari a quella del varco, ovvero circa 5 metri, mentre la terza paratia, posta lato centro abitato, presenta un’altezza inferiore (pari a 280 cm). Tra le prime due paratie viene inserito del materiale argilloso, compattato manualmente per l’intera altezza del varco, mentre tra la seconda e la terza paratia viene inserito materiale argilloso sino all’altezza della terza paratia, ovvero circa 280 cm dal piano stradale.

Gli interventi che verranno realizzati prevedono l’impermeabilizzazione del sottosuolo di fronte al varco lato golena e dei muri d’ala mediante intervento conservativo e la creazione di un sistema idraulico di captazione delle eventuali acque di infiltrazione. Il principale intervento prevede la realizzazione di un nuovo sistema di chiusura del varco costituito da una paratia a ventola in acciaio, che verrà azionata da un argano elettrico posto in sommità. Il meccanismo verrà incernierato e sarà a totale scomparsa a livello stradale: in caso di piena verrà sollevato e chiuderà ermeticamente il varco golenale. Inoltre, è prevista la realizzazione di nuovi panconi dotati di guarnizioni di tenuta poste in controspinta idraulica, da installare in caso di piena, quale ulteriore sicurezza idraulica del varco arginale.

“Si tratta di un intervento molto importante per il nostro territorio - ricorda il sindaco Claudio Marian -, essendo finalizzato al mantenimento dell’uso dell’area golenale, nel rispetto della garanzia della sicurezza idraulica”.

L’intervento richiederà la chiusura dell’area golenale sino al completamento dei lavori, previsto nel prossimo mese di dicembre 2021. L’area di cantiere prevede la temporanea modifica della viabilità esistente, con la delimitazione della parte terminale di via Piave (fronte varco) e di porzione di via Lampol; tuttavia, le lavorazioni avverranno principalmente all’interno dell’area golenale, senza interferenza con la viabilità e gli ambiti esterni a essa.

Tutti i diritti riservati
Varco golenale di Noventa di Piave
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento