Treviso

Finora tanta gente, ma i disagi non sono stati insormontabili, considerato che in città ci sono centinaia di migliaia di persone.  I disagi più grandi per i trevigiani che volevano recarsi in città e unirsi alla festa. Le stazioni, soprattutto sulla linea da Conegliano, sono state prese d'assalto e molti non sono riusciti a salire. Treni in forte ritardo.

La 90ª Adunata nazionale di Treviso ha ufficialmente preso l’avvio questa mattina con l’alzabandiera in Piazza della Vittoria e in contemporanea al Sacrario del Monte Grappa, a Moriago della Battaglia, al Sacrario di Nervesa della Battaglia e a quello di Fagarè, in omaggio all’adunata del Piave e in ricordo del centenario della Grande Guerra.

La giunta Manildo approva la variazione di bilancio che mette in circolo parte dell’avanzo disponibile 2 milioni e 800mila euro di asfaltature. 400mila per il rifacimento di piazza Duomo. Priorità a interventi per il sociale, cultura, scuole e strutture sportive.

Avvio difficile per l'Ana, poi la grande popolarità con la sezione di Treviso tra le più numerose e attive d'Italia. Le penne nere trevigiane sono sempre state in prima linea nella solidarietà verso gli svantaggiati, molte le iniziative umanitarie tra cui il Banco Alimentare, l'Advar e la ricostruzione di una casa colonica per tossicodipendenti.

Il presidente del Comitato organizzatore si dimostra positivo: "L’abbiamo visto fin dalla preparazione. Questo territorio ha un legame particolare con gli alpini. C’è stato un grande coinvolgimento. E prevediamo numeri importanti”. Ai trevigiani preoccupati dice: “Non sarà certo la calata dei Lanzichenecchi, ma un momento di allegria e di amicizia”.

La musicista Francesca Gallo racconta la propria esperienza alla guida del coro alpino della sezione di Preganziol e spiega come si sono preparati all'Adunata del Piave.  

Grande successo per la mostra sull'Impressionismo organizzata da Linea d'Ombra a Santa Caterina dal 29 ottobre al primo maggio. Ora albergatori e commercianti fanno i conti con un calo drastico delle presenze turistiche in città: "attendiamo altri grandi eventi della stessa portata che dovrebbero essere organizzati il più spesso possibile".

Dopo aver dotato Treviso del "suo" momumento all'Alpino, lo "scultore del vento" dona al Centro Studi della sezione ana trevigiana i disegni autografati de "L'Alpino nella bufera".

Centro per le attività di logistica dell'azienda e nuovo polo di attrazione turistica basato sull'incontro tra ristorazione, arte, architettura, accoglienza e bioagricoltura; questo il futuro della vecchia fabbrica di ceramiche.

I migliori scatti dell'Adunata di Treviso 2017 saranno premiati dal Centro studi della sezione Ana trevigiana. Ai fotoamatori il compito di cogliere i momenti, gli incontri, le emozioni e i sentimenti che saranno protagonisti dell'Adunata del Piave.

Giorgio Marcuzzo, parroco del Duomo: “Abbiamo deciso di mantenere pressoché invariati gli orari delle messe anche durante l’adunata, anche perché probabilmente tra gli alpini della sfilata ce ne saranno molti che parteciperanno alle funzioni in città”. Sospesa domanica 14 al messa delle 11 a S. Maria Maddalena e spostata all'Appiani quella di S. Agnese.

Inaugurata nella serata del 3 maggio la nuova piazza di Santa Maria dei Battuti. Nasce così, nelle intenzioni, uno spazio di aggregazione, un salotto a cielo aperto, luogo d’incontro per l’intera comunità.

Come da programma nel mese di maggio inizieranno le operazioni per il trasferimento degli uffici da palazzo Rinaldi all’area Appiani. L’Isola Rinaldi diventerà punto di riferimento in città per i servizi ai cittadini.

La nuova sede sostituisce gli attuali uffici di via Santa Barbara, offrendo una maggiore fruibilità del servizio, ed è operativa a partire da lunedì 24 aprile. E' presente un distributore automatico di sacchetti funzionante 24 ore su 24, come uno sportello bancomat, che consente di velocizzare le operazioni di ritiro evitando le code.

Dallo scorso primo aprile, per il secondo anno, la struttura di Santa Maria sul Sile rimane aperta anche nella bella stagione per continuare ad accogliere i senza fissa dimora. Caritas Tarvisina mette a disposizione la propria mensa serale per garantire la cena agli ospiti e con le parrocchie della città di Treviso finanzierà e coordinerà il progetto di accoglienza.

Presentata ufficialmente stamattina nella suggestiva cornice del Palazzo dei Trecento a Treviso, la 90a Adunata Nazionale Ana, l’Adunata del Piave, in calendario dal 12 al 14 maggio 2017. Un’Adunata speciale, quella di Treviso, poiché coinvolge i territori tra Grappa, Piave e Montello in cui si decisero le sorti della prima Guerra Mondiale, come ha ricordato il direttore de “L’Alpino” Bruno Fasani, moderatore dell'incontro.

Firmati a Ca' Sugana i protocolli che porteranno nelle intenzioni a riqualificare la storica area e nell'attesa i cittadini fanno le prove: saranno stesi 300 mq di tappeto erboso per provare l’utilizzo dell’area come un vero prato.

Soddisfazione per l’Amministrazione comunale per un accordo considerato innovativo: “Risulta di fondamentale importanza mettere a sistema le risorse presenti sul territorio, ed in particolare quelle degli enti pubblici che erogano servizi alla persona", sottolinea il vicesindaco ed assessore alle politiche sociali Roberto Grigoletto.

Nel giardino dell’ospedale è stato montato completamente e provato un modello di Posto Medico Avanzato di quelli utilizzati per l’evento di maggio. Ha partecipato all’esercitazione il personale del Suem 118 Treviso Emergenza e quello del Pronto Soccorso.