Treviso

Dopo gli ottimi riscontri da parte degli appassionati di arte (e non solo), il programma di iniziative social a cura dei Musei Civici per “arrivare” alle persone nel periodo di emergenza sanitaria si arricchisce e diventa un vero e proprio palinsesto settimanale.

Ordinanza del sindaco Mario Conte per evitare il formarsi di assembramenti di persone e limitare le possibilità di contagio da Covid-19.

Proseguono i controlli in città da parte della Polizia Locale di Treviso per il rispetto del Decreto del Presidente del Consiglio che vieta spostamenti non giustificati e la chiusura di bar, pizzerie, ristoranti e attività artigianali.

A confermarlo è stato il sindaco di Treviso Mario Conte che ha spiegato: “Arriverà il medico di base, il dottor Malatesta, che tuttavia si è reso disponibile per gestire un progetto più ampio, che verrà coordinato con l’Ulss 2. E’ prematuro parlare dei servizi specifici, ma agevoleremo la popolazione anziana della zona che per alcune cose non dovrà più andare fino a Borgo Cavalli”.

Prove tecniche di scuola moderna, con l’utilizzo dei sistemi digitali. E’ quello che si sta facendo in molti istituti, ma con efficienza ed efficacia diversa a seconda dei percorsi che erano già presenti prima di questa emergenza. Tra gli istituti più pronti in questi giorni di chiusura obbligata delle scuole, c’è sicuramente il Collegio Pio X dove da martedì 3 i professori delle superiori erano intenti a spiegare la lezione collegati via computer a diligenti studenti per i quali la campanella era suonata virtualmente alla solita ora. Non solo le classi quinte con il problema della maturità, ma tutte le classi.

Le parrocchie della Collaborazione pastorale di Treviso Centro propongono quattro appuntamenti con la lettura integrale dei racconti della Passione nei Vangeli. Martedì 3 marzo, in chiesa a San Bartolomeo, Passione secondo Matteo, con il commento esegetico spirituale di don Francesco Filiputti.

Il gruppo sarà composto da Paola Bonifacio, manager dei Musei civici, Chiara Casarin direttore artistico dei Musei Civici di Bassano del Grappa, Martina Cavallarin, curatrice indipendente e saggista ed Eugenio Manzato, Direttore dei Musei Civici di Treviso dal 1980 al 2001.

Ne quartiere sono state messa a dimora 12 nuove piante. La storia di questo spazio verde a due passi dal centro città tuttavia inizia ben prima, nel 2015, quando un privato cittadino, Raffaele Donadi, stanco di vedere il terreno in via Gramsci in uno stato di semi abbandono, chiede al Comune il permesso per utilizzarlo per degli orti. Con esiti insperati.

Un laboratorio per imparare a riparare la propria bicicletta, occuparsi in autonomia di semplici manutenzioni e per sensibilizzare all’uso delle due ruote sia come mezzo di trasporto quotidiano ecologico e sano, sia come scelta e stile di vita. È nato con questi obiettivi il laboratorio Riparazione biciclette fai da te che nel mese di febbraio ha coinvolto 16 ragazze e ragazzi tra 11 e 15 anni.

Era già nell'aria da un po', ma ora tutto è confermato: arriva a Treviso una sede della facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli studi di Padova. La Regione Veneto pagherà le spese per la docenza. Gli industriali di Treviso e Padova plaudono all'operazione

Un pozzo nel luogo dove il 20 ottobre 2000 il missionario laico perse la vita. Era in Ciad per seguire dei progetti nella missione diocesana. Ora, nel suo ricordo, un progetto verrà realizzato: durante il periodo di Avvento sono stati raccolti nella sua parrocchia d’origine, dei soldi che serviranno a costruire nel Paese africano un pozzo per prelevare l’acqua.

Ultimatum alla Camera di commercio di Fondazione Cassamarca, la quale dichiara che, decorso il mese di febbraio senza un accordo, metterà l’immobile sul mercato, sentendosi libera di provvedere a una diversa destinazione per l’edificio. Si attendeva una svolta l’11 febbraio, quando i due enti dovevano comparire davanti al giudice del Tribunale di Treviso. Invece, tutto è stato rinviato al 18 giugno.

Mentre sabato 8 febbraio si svolgerà la manifestazione “Fiume di gente, Gente di fiume… Insieme per la Piave”, con inizio alle 14.30 da Ciano del Montello e in oratorio, alle 19 con la cena e alle 20.45 con un concerto di Ricky Bizzarro, Erica Boschiero e altri, prosegue incessante la raccolta di firme per modificare il progetto.

L’associazione Salvaguardia ambiente Treviso e Casier onlus ha ormai perso la propria battaglia contro la realizzazione dell’ultimo tratto del Terraglio est che passerà a Sant’Antonino, ma cerca almeno di ottenere la realizzazione di una pista ciclabile sicura da Casier al centro storico di Treviso. Ha ribadito il proprio impegno in questo senso anche sabato 1° febbraio con una manifestazione iniziata davanti al municipio di Treviso.

L’Hotel Carlton nel cuore della città di Treviso diventa un 4 stelle superior grazie alla nuova proprietà della famiglia Trevisanato, partner del gruppo Apogia Hotels, che gestisce 40 strutture alberghiere in Italia e Francia. Il Cinema Embassy diventa un auditorium per 400 persone, con 6 sale congressi che consentiranno un servizio unico nel cuore di Treviso.

L’eccezionale intervento è stato condotto per via endoscopica attraverso il naso. Questo accesso ha permesso di raggiungere la sella, una struttura ossea che contiene l’ipofisi al centro della base del cranio, e asportare il tumore con successo.