Treviso

“I problemi per chi è senza dimora – commenta Fabio Tesser della cooperativa La Esse – sono tanti e si accumulano. Cercare di migliorare la vita di queste persone è un riconoscimento della loro dignità, di qualcosa che gli è dovuto. Il punto è non fermarsi all’emergenza, ma offrire loro un percorso per facilitare un cambiamento di vita”.

Se n’è andata il 3 gennaio a novant’anni Santa Bidoli Cason, nota a tutti come “Tina”, lasciando la figlia Luisiana, i nipoti Sara e Marco, con Alice. Mons. Giorgio Marcuzzo, nell’omelia delle esequie che si sono tenute lunedì 7 gennaio nella chiesa di Santa Maria Ausiliatrice, ha ripercorso l’impegno ecclesiale e in particolare nell'Ac, a partire dal suo amore per la famiglia.

Il Comune di Treviso in una nota comunica che, a causa del superamento del valore limite giornaliero di Pm10 di 50 microgrammi/m3 per quattro giorni consecutivi, a partire da martedì 8 gennaio, è interdetta la circolazione, dalle 8.30 alle 18.30, alle vetture a benzina Euro 0 ed Euro 1 e ai veicoli privati a gasolio Euro 0, Euro 1, Euro 2, Euro 3 ed Euro 4

Di mettersi in gioco non si finisce mai. Questo ci insegna un gruppo di anziane signore, dai 70 ai 95 anni, che ha partecipato al laboratorio di teatro e allo spettacolo organizzato dalle strutture dell’Israa.

Cerimonia di consegna delle somme raccolte nell’ambito dell’iniziativa “Dona un albero al bosco di Zoppè di Cadore”, promossa dalla trevigiana Giustina De Prà, capace di coinvolgere vari club cittadini come Lions Club Treviso Host, Soroptimist International Club e Associazione Maria Cristina di Savoia.

Le performance eccezionali dei cani sono state accompagnate con grande gioia dei piccoli ricoverati. Gioia proseguita, quando la rappresentanza della Polizia di Stato ha anche consegnato ai giovanissimi pazienti alcuni regali per le prossime festività.

Quattro attesi appuntamenti, dal 18 dicembre al 2 gennaio con il meglio della musica in arrivo dagli Stati Uniti a cui si unisce il coro italiano Bassano Bluespiritual Band.

L’apertura giovedì 3 gennaio dell’ambulatorio del medico andrologo al Centro della Famiglia segna il vero inizio del nuovo Consultorio familiare socio-sanitario. E dà la conferma che si tratta di qualcosa di nuovo. E’ infatti l’unico Consultorio privato autorizzato per gli aspetti sanitari. E ogni mese sarà a Treviso il dottor Giuseppe Grande.

E' esposta nella chiesa trevigiana da due settimane. E' un oggetto forse unico nel suo genere e il merito di averla restaurata è dovuto alla generosità del Lions club Treviso Sile.

Attivato uno specifico gruppo aziendale. che quest’anno ha attivato un percorso di formazione specifica. Il percorso prevede anche un convegno che si è terrà giovedì 6 dicembre nel pomeriggio.

Giornata di celebrazioni ufficiali, a partire dalla messa delle ore 10, durante la quale sarà scoperta una lapide nella “sua” chiesa, che aveva salvato dallo “scivolamento” nel Sile. Alle 11.30 gli sarà dedicata la piazzetta tra l’asilo e viale Pasteur, alla presenza del sindaco e delle autorità.

Nelle classi Primavera e Infanzia del Collegio Pio X l’insegnamento dell’inglese è ora senza eccezioni. Sarà infatti presente in tutte le sezioni già da inizio del prossimo anno scolastico, sia in quelle di Borgo Cavour sia in quelle di Via Terraglio.

Il contributo è stato portato da 700mila a 800mila euro. Conte: “Valorizzare sempre più le parrocchie”. Don Marconato: “Grazie dovuto”. Ma il maggiore carico resta su famiglie e comunità

Sorgerà nel cortile interno. “E’ un progetto ambizioso, quasi in controtendenza, viste le tante difficoltà economiche che hanno le nostre scuole – ci dice il rettore, mons. Lucio Bonomo -. E’ una iniezione di positività che si realizza, grazie anche a un contributo significativo di Alessandro Benetton".

E' una realtà socio-sanitaria a supporto delle famiglie in tutte le loro fasi di vita. E’ stato avviato con atto pubblico della Regione Veneto lo scorso 1° agosto. Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il direttore del Centro don Francesco Pesce i rappresentanti delle istituzioni religiose e civili con il vescovo Gianfranco Agostino Gardin, esponenti politici locali e delle associazioni imprenditoriali.

Il sapiente restauro operato dalla società Nuova Alleanza ha riportato alla luce le superfici originali di pregio e ha ravvivato i colori degli stupendi affreschi, opere del pittore austriaco L. Mayer. La “rinnovata” chiesa verrà consegnata alla comunità domenica 25 novembre alle ore 16.

l'artista Sergio Favotto, ha realizzato un affresco che è stato mostrato proprio il giorno della festività. l'11 novembre. L'opera è stata donata alla chiesa dalla Comunità di Sant'Egidio.

La terza Edizione di University Fair, la Fiera delle università, apre i battenti sabato 10 novembre alle ore 10 (orario dalle 10 alle 17) al Collegio Pio X di Treviso. Vi partecipano istituzioni pubbliche e private di diversi Paesi, giunte a Treviso per spiegare agli studenti dell’ultimo anno delle scuole superiori.

Nel 2018, nel periodo fra il 1 gennaio e il 25 ottobre, nella stazione di rilevamento di via Lancieri di Novara si è registrato un calo apprezzabile dei superamenti del limite della media giornaliera di concentrazione di particolato atmosferico

La Còngrega per il recupero delle tradizioni trevigiane si presenta ancora con il tradizionale passatempo in piazza Rinaldi domenica 28 ottobre, alle ore 17 per un primo turno di 18 ragazzi/e dai 6 ai 12 anni, che si raggrupperanno in tre

Gravemente malato da tempo, Benetton era stato ricoverato alcuni giorni fa a Treviso per una polmonite, e le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate. Con i fratelli Luciano, Giuliana e Carlo, aveva fondato il Gruppo Benetton nel 1965. Il cordoglio di Zaia e Conte.

Ieri, 20 ottobre, il vicario generale della Diocesi ha presieduto nella chiesa di San Martino, il funerale di Peter Parvanyk, il 38enne ungherese "senza dimora" morto a metà settembre nelle acque del Cagnan, in Pescheria. "Il tuo disagio ci appartiene - ha sottolineato -. Rendervi invisibili impoverisce noi che diventiamo senza umanità”

        

E’ ormai impossibile trovare una strada o un marciapiede della città dove non siano chiaramente visibili l’asfalto spaccato e le canalette richiuse con del cemento rosa. Una rifinitura poco piacevole, che lascia il suolo sconnesso. Si tratta dei lavori della ditta Open Fiber Spa. "Ma si tratta di finiture provvisorie", dice l'assessore Zampese.