Treviso
stampa

Collegio Pio X presenta il libro “Protagonisti del proprio futuro – 100 anni di storia”

Lunedì 29 marzo alle 18.30 terza tappa nelle celebrazioni giubilari del Collegio Pio X, con presentazione del libro sulla storia dell'istituto.

Parole chiave: pio x (65), scuola (474), treviso (1800), diocesi (381)
Collegio Pio X presenta il libro “Protagonisti del proprio futuro – 100 anni di storia”

Terza tappa lunedì 29 marzo nelle celebrazioni giubilari del Collegio Pio X. Dopo l’inaugurazione del nuovo edificio scolastico il 3 settembre e l’assegnazione il 2 ottobre del premio La Fonte a mons. Adriano Cevolotto, ecco la pubblicazione e la presentazione del libro “Protagonisti del proprio futuro – 100 anni di storia”.

L’appuntamento è lunedì alle ore 18,30, in presenza per relatori e ospiti interni e in collegamento con alunni e famiglie. Dopo i saluti del vescovo mons. Michele Tomasi, del sindaco Mario Conte, di padre Francesco Ciccimarra dell’Agidae e del rettore mons. Lucio Bonomo, Giuseppe Pagotto, il curatore dell’opera, illustrerà i contenuti del volume di 240 pagine di testi con 330 foto, alcune rare, per raccontare la vita di questa istituzione che, dai 108 alunni del 1920 ai 1.483 del 2020, ha accolto circa 80 mila presenze in un secolo.

L’opera è suddivisa in due parti, la prima dedicata a una carrellata storico documentaristica sul secolo di presenza del Collegio in città, la seconda al Collegio com’è oggi, il suo progetto formativo e l’offerta scolastica. Con meticolosa ricerca d'archivio e su diverse fonti, Giuseppe Pagotto ha portato a giorno le prime pieghe nella storia della Diocesi che ha voluto, su stimolo di papa Pio X, fondare una scuola per ragazzi e giovani non intenzionati a diventare preti. Fino ad allora, infatti, i ragazzi avviati al sacerdozio e quelli alla vita civile frequentavano insieme gli stessi corsi in seminario.

Il Collegio nacque quindi da una costola del seminario per preparare persone capaci di assumersi in futuro responsabilità nella società. E per cento anni ha accolto e restituito alla collettività migliaia di ragazzi e ragazze preparati a svolgere un ruolo civile secondo i propri talenti e l’ispirazione profonda della fede. Questa da un secolo la mission del Collegio: “sottoscrivere un patto educativo globale per e con le giovani generazioni", secondo l'invito di papa Francesco richiamato dal vescovo Michele Tomasi nel suo intervento di saluto.

La forza del ‘vecchio’ Collegio è ancora il futuro. Infatti, in cento anni non ha mai interrotto la sua proposta scolastico-educativa: non sono riuscite a farlo chiudere né la Seconda Guerra Mondiale, né la contestazione sessantottina, né la crisi economica perché la sua forza sta nella capacità di rinnovarsi sull'indiscusso fondamento iniziale di scuola radicata nel territorio e nei valori cristiani della sua gente. Come ha sottolineato il rettore mons. Lucio Bonomo, “l’articolata capacità di innovazione sembra essere la giustificazione più attendibile della secolare vita del Collegio che è e si sente chiamato ad essere un centro formativo qualificato a servizio delle famiglie e della società, sempre ancorato ai valori cristiani e aperto agli stimoli della società in movimento”.

Il volume racconta l’avvio in piazza Rinaldi, la costruzione dell’edificio in Borgo Cavour, i rettori dal fondatore all’attuale, l’ammissione delle ragazze dal 1971, la trasformazione in Fondazione e l’implementazione di attrezzature e nuovi corsi fino ai giorni nostri. E anche le iniziative che si sono sviluppate accanto alla vita scolastica, come il convitto attivo fino al 1978 e che ha avuto il numero massimo di 332 ragazzi interni nel 1947, l’associazione Ex-Allievi con grandi foto delle assemblee annuali e le venticinque edizioni del premio La Fonte: tutte ‘vite parallele’ alla scuola bene documentate da Giuseppe Pagotto.

Fonte: Comunicato stampa
Collegio Pio X presenta il libro “Protagonisti del proprio futuro – 100 anni di storia”
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento