Treviso
stampa

Dalla smartcity alla smartcommunity: ecco l'associazione

È stato siglato oggi da Università la Sapienza di Roma, Università Iuav e Ca' Foscari di Venezia, Camera di Commercio, Legambiente e Diocesi di Treviso lo statuto di fondazione dell'associazione “Treviso Smart Community”. Ricca di potenzialità la presenza della Diocesi.

Parole chiave: smartcity (22), treviso (1518), giunta manildo (223)
La firma di Nicola Tognana e mons. Giuseppe Rizzo, vicario generale della Diocesi

È stato siglato oggi da Università la Sapienza di Roma, Università Iuav e Ca' Foscari di Venezia, Camera di Commercio, Legambiente e Diocesi di Treviso lo statuto di fondazione dell'associazione “Treviso Smart Community”. Il comune di Treviso non farà parte dell'associazione, ma sarà presente nei primi sei mesi, periodo di avvio delle attività, con la presidenza del consiglio di gestione che verrà assunta dal sindaco Giovanni Manildo.

Scopo dell'associazione è quello di creare entro il 2018 non solo una città “Smart”, ma una comunità “Smart”. Si tratta di un progetto ambizioso che intende coinvolgere la cittadinanza a tutti i livelli per migliorare servizi e qualità della vita attraverso l'utilizzo di tecnologie intelligenti che possano ottimizzare la valorizzazione della nostra città.

Interessante è la partecipazione al progetto della Curia trevigiana che sceglie di potenziare la sua presenza e la sua attività sul territorio per dare nuova visibilità a tesori culturali ed artistici come i Musei diocesani e le biblioteche che finora rimanevano nell'ombra a causa delle poche forze che il singolo soggetto può mettere in campo per la promozione di tali tesori.

La collaborazione tra istituzioni e soggetti privati che protenderanno ad un fine comune di promozione della città dovrebbe aiutare a trovare le risorse necessarie a posizionare Treviso come modello prestigioso di Smart Community di nuova generazione, avvicinandosi ai modelli delle grandi città europee e proponendosi come avanguardia ed esempio per altre città italiane.

Primo punto su cui si inizierà a lavorare sarà l'individuazione di un brand di Treviso che le restituisca un'identità precisa e un riconoscimento immediato a livello nazionale ed internazionale che per molti anni è mancato.

Dalla smartcity alla smartcommunity: ecco l'associazione
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento