Treviso
stampa

"DiDo Diventare Domani", il corto dei giovani creativi trevigiani

Hanno tra i 15 e i 25 anni, amano la musica, il canto e il ballo. Si sono messi in gioco per raccontare se stessi, le loro passioni e le loro paure attraverso un cortometraggio interamente realizzato da loro.

Parole chiave: dido diventare domani (1), comune di treviso (2), fabio tesser (1), giovani (287), creatività (10), la esse (5), ods (2), liana manfio (10)
"DiDo Diventare Domani", il corto dei giovani creativi trevigiani

“Giovani creativi si incontrano a Treviso” è il nome del progetto promosso dal Comune di Treviso con la collaborazione della cooperativa La Esse e degli Operatori di strada delle parrocchie che ha portato un gruppo di giovani ragazzi della città alla realizzazione del cortometraggio

.

L'iniziativa è partita a giugno 2016 grazie al finanziamento, pari a 33 mila euro, ottenuto attraverso la partecipazione al bando regionale “Fotogrammi veneti: i giovani raccontano”.

Il percorso di lavoro ha coinvolto 40 ragazzi tra i 15 e i 25 anni, ma sono 800 quelli che durante i sedici mesi di elaborazione del progetto sono entrati in contatto con gli educatori e con il gruppo fruendo delle attività.

Per la realizzazione del filmato il gruppo ha partecipato ad un laboratorio video tenuto dal videomaker Nicola Mattarollo che ha accompagnato i ragazzi durante la produzione dell'opera audiovisiva, aiutandoli a trasformare un'idea in un racconto e in una sceneggiatura; a disegnare lo storyboard per poi passare alla fase delle riprese in cui i giovani, telecamera alla mano, si sono trovati alle prese con la regia e con la recitazione.

“Ho conosciuto il gruppo per caso – ha raccontato Nadia, una delle giovani partecipanti –, Per me è stato un modo per uscire dalla routine delle giornate passate in giro per il centro senza fare nulla. L'esperienza mi ha aiutata ad uscire da alcune dinamiche, e ora è come se avessi trovato una seconda famiglia. E' stato un momento che mi ha fatto crescere e maturare e spero che possa proseguire e ampliarsi in altri progetti”.

Unknown-1

“DiDo” è il risultato delle storie dei ragazzi che hanno partecipato alla sua realizzazione, una sintesi del loro vissuto, un lavoro complesso che facendo parlare i ragazzi cerca di far luce sulle problematiche dei giovani, dalla mancanza di ascolto, alla paura nel dover affrontare le scelte di fronte a cui ti pone il quotidiano, all'appartenenza ad un gruppo. Gruppo non sempre semplice da gestire, per l'eterogeneità delle persone che ne fanno parte, ma che ha trovato il proprio equilibrio nella condivisione di una passione comune: quella per la musica, la danza, il canto e la creatività. Inoltre con il progetto i ragazzi hanno voluto cercare un modo per chiedere aiuto agli adulti, hanno trovato un linguaggio da fornire loro per farsi aiutare e sostenere.

“Il progetto – ha spiegato Fabio Tesser, Operatore di strada delle parrocchie di Treviso – ha aiutato a potenziare i nostri interventi. Abbiamo potuto dedicarci ad un gruppo di ragazzi. Sono anni che ci muoviamo all'interno della città per incontrare i giovani. Si parla spesso della mancanza di spazi, ma questi non sono fondamentali, il nostro lavoro è quello di ascoltare, comprendere senza giudicare, crescere con loro entrando in relazione”.

“Il lavoro – ha concluso l'assessore alla Partecipazione, alle politiche giovanili e alle pari opportunità Liana Manfio – si è fondato sull'attivazione di processi che garantiscono ai giovani di esprimere i loro bisogni e valorizzano la loro creatività, co-costruendo iniziative secondo una prospettiva di lavoro di rete e di comunità”. L'assessore ha inoltre ricordato l'esistenza di uno spazio dedicato ai ragazzi appena fuori dalle mura cittadine, nella zona di Sacro Cuore dove la sede del Progetto Giovani ospita laboratori e aule di co-working.

Tutti i diritti riservati
"DiDo Diventare Domani", il corto dei giovani creativi trevigiani
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento