Treviso
stampa

Distanti ma uniti, centri estivi alla cooperativa Solidarietà di Treviso ispirati al Sistema solare

Come piccoli astronauti, i bambini parteciperanno ogni giorno a una missione spaziale che permetterà loro di conoscere i pianeti ma anche di ricevere un “addestramento” adeguato e divertente. A partire dalle misure di prevenzione sanitaria che oggi fanno parte della quotidianità e che saranno interpretate positivamente, come parte integrante della giornata. L’iniziativa è rivolta alle bambine e ai bambini dai 3 ai 11 anni.

Parole chiave: treviso (1697), cooperativa solidarietà (6), centri estivi (8), santa bona (19), coronavirus (774)
Distanti ma uniti, centri estivi alla cooperativa Solidarietà di Treviso ispirati al Sistema solare

La Cooperativa Sociale Solidarietà propone dal 29 giugno al 4 settembre i Centri Estivi, un’esperienza di crescita in gruppo e di condivisione di un percorso educativo durante l’estate 2020.

Filo conduttore delle attività sarà il tema Distanti ma uniti, esploriamo il nostro Sistema Solare.

Come piccoli astronauti, i bambini parteciperanno ogni giorno a una missione spaziale che permetterà loro di conoscere i pianeti ma anche di ricevere un “addestramento” adeguato e divertente. A partire dalle misure di prevenzione sanitaria che oggi fanno parte della quotidianità e che saranno interpretate positivamente, come parte integrante della giornata. Così il passaggio del triage, ad esempio, diventerà il momento della pressurizzazione mentre le mascherine faranno parte della dotazione per esplorare mondi diversi in sicurezza. La sfida educativa è quella di rendere consapevoli e preparare i piccoli partecipanti, anche in vista del loro ritorno a scuola.

I Centri Estivi rientrano in un più ampio progetto Kepler 5-14, di cui la cooperativa Solidarietà è partner, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, che permette di supportare il lavoro degli educatori e i costi di partecipazione.

L’iniziativa è rivolta alle bambine e ai bambini dai 3 ai 11 anni; ognuno farà parte di un gruppo di riferimento con attività di animazione specifiche per la propria fascia di età, l’infanzia e la primaria.

In programma laboratori ludico espressivi, giochi di squadra in sicurezza, laboratori di cucina, laboratori ludico motori e teatrali e attività̀ in giardino. Parteciperanno all’organizzazione delle attività anche le persone con disabilità che sono in residenza e lavorano nella cooperativa Solidarietà e che sono già impegnate nella realizzazione delle scenografie per raccontare il Sistema Solare.

Le attività si svolgono nel Villaggio Solidale nel quartiere di Santa Bona da lunedì a venerdì dalle ore 7.30 alle ore 13; il periodo minimo prenotabile è di una settimana.

La quota di partecipazione settimanale è di 120 euro, con un contributo assicurativo una tantum di 10 euro, i posti disponibili sono di 12 partecipanti alla settimana e per i bambini con disabilità sarà possibile prenotare un colloquio di accoglienza. La scheda di iscrizione è scaricabile dal sito www.solidarietatv.org.

Il servizio segue le linee guida indicate dal DPCM del 17/05/2020 (Allegato 8), garantendo rapporti numerici ridotti, monitoraggio e formazione del personale educativo, spazi esclusivamente dedicati ai bambini, sufficientemente ampi ed igienizzati quotidianamente. Saranno comunque privilegiate la permanenza in giardino e l’organizzazione dei materiali in maniera individuale. 

Fonte: Comunicato stampa
Distanti ma uniti, centri estivi alla cooperativa Solidarietà di Treviso ispirati al Sistema solare
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento